The rock warrior's way: scalate con pensiero radicale

Redazione - 13 novembre 2013

L'eredità di Nobel

Redazione - 13 novembre 2013

4, il primo libro fotografico Wu Ming e TerraProject

Redazione - 13 novembre 2013
empty image
empty image

Un viaggio tra l’Italia dell’inquinamento industriale, delle coste cementificate, le crepe di vecchi e nuovi terremoti, l’attività dei vulcani. Michele Borzoni, Simone Donati, Pietro Paolini e Rocco Rorandelli di TerraProject hanno percorso l’Italia in cerca dei quattro elementi primordiali: Aria, Acqua, Terra, Fuoco. E hanno accompagnato questo reportage con 4 racconti scritti da Wu Ming 2. Il risultato si chiama: 4. Potrebbe essere il primo libro fotografico di Wu Ming, ma la sua realizzazione è legata a una campagna di crowdfunding che volentieri rilanciamo sottoscrivendo una quota a nome di And.

wuming

Ma facciamo un passo indietro:

Tra i primi collettivi fotografici nati nel nostro paese, TerraProject si è proposto sin dal principio non soltanto come una piattaforma condivisa di promozione per i suoi membri, ma anche come strumento di sperimentazione di un’originale metodologia di scrittura collettiva, con la creazione di reportage di gruppo aventi come filo conduttore una ricercata uniformità stilistica.

I lavori del collettivo sono stati pubblicati da Der Spiegel, Financial Times Magazine, GEO, Le Monde Magazine, Newsweek, Paris Match, Stern, Time, The Wall Street Journal, D La Repubblica, IL, Internazionale, Io Donna, L’Espresso, Sette, Sportweek, Vanity Fair. I loro reportage sono stati esposti a Barcelona, Beijing, Berlino, Dublino, Madrid, New York, San Paolo ed in numerose città italiane. E ora hanno proposto a Wu Ming 2 un lavoro insieme.

Da lì, dopo varie prove e rimuginazioni, nasce l’idea di usare le immagini del reportage come tarocchi narrativi: selezionarne alcune, metterle in fila, ricavarne racconti. Non le storie immortalate dalle inquadrature – ché per quelle parlano già le foto – ma intrecci nuovi, monologhi dove i singoli elementi narrano in prima persona e gli uomini non sono mai protagonisti. Quattro favole patafisiche che mescolano miti e geologia, cronaca e invenzione, immagini e parole. Quattro racconti scritti da Wu Ming 2, cercando di tradurre il senso dei singoli reportage in una trama inedita e in una lingua d’aria, d’acqua, di terra e di fuoco.

Ma al termine di tutto questo lavoro, sette anni dopo l’idea iniziale, 4 non è ancora finito.
La stampa del libro, infatti, è legata a una campagna di crowdfunding, e le 1000 copie di carta e colla si potranno toccare solo grazie alla raccolta di 520 quote da 25 euro, entro il 23 dicembre 2013.

La mostra, invece, sarà a Firenze dal 9 al 30 novembre, allo spazio espositivo delle Murate.

Su Wu Ming leggi anche: Point Lenana, le vette della razza; Timira

Leave a comment

*