Penelope in Groznyj arriva a Roma

Redazione Padova - 1 maggio 2012

#1Maggio La festa del lavoro che non c’è

Redazione Padova - 1 maggio 2012

A Innsbruck, fra malghe, zoo alpino e case sull’albero

Redazione Padova - 1 maggio 2012
empty image
empty image
Due vacanze in una a Insbruck. La Capitale delle Alpi è l’ideale per le famiglie che devono mettere d’accordo un po’ tutti. Passeggiate per le vie del centro storico, tra negozi, locali, teatri e musei, con piste ciclabili per muoversi in tutta sicurezza e attrazioni curiose per i più piccoli, dall’Alpenzoo, l’unico zoo alpino del mondo, all’Officina per bambini proposta dai musei regionali tirolesi. Ma anche tanti villaggi d’incanto, a pochi chilometri dal cuore della Capitale delle Alpi, dove soggiornare immersi nella natura più pura, tra prati immensi, sentieri e percorsi nei boschi adatti a tutta la famiglia, parchi acquatici e d’avventura per i bambini con case sugli alberi e acqua magica, centri wellness all’avanguardia per il relax dei genitori.
Tante proposte da provare con il pacchetto formato famiglia, valido fino a fine stagione: 7 notti per tutta la famiglia a partire da 990 euro.
Ampi spazi, piste ciclabili sicure, parchi, giardini, strutture e musei con programmi pensati per non fare mai annoiare i più piccoli. Insbruck offre tanti spunti perché la vacanza in famiglia diventi indimenticabile per tutti.
Una visita al centro storico è sempre un divertimento: si passeggia per le affascinanti vie della città vecchia, tra negozi e gallerie d’arte, senza dimenticare una golosa pausa in una delle famose pasticcerie e caffè della città e poi tutti con gli occhi in su per ammirare il famoso tettuccio d’oro, simbolo della città. Anche le visite ai musei si trasformano in esperienze nuove e coinvolgenti per i più piccoli: i musei regionali tirolesi propongono l’Officina dei bambini, mentre nell’Atelier aperto aspiranti artisti e appassionati di pittura per hobby possono confrontarsi su temi specifici legati all’arte e provare determinate tecniche.
Un’ottima rete di piste ciclabili consente di muoversi in sicurezza lungo il fiume Inn e raggiungere sulle due ruote il castello di Ambras, la splendida residenza asburgica, voluta dall’arciduca Ferdinando II, che si trova alle porte della città. Per chi ha gambe allenate la gita può proseguire lungo i 200 km di percorsi ciclabili verso antiche cittadine, castelli medievali e singolari attrattive come i Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens.
Chi sarà a Innsbruck dal 7 al 26 agosto 2012 vedrà la città trasformata nel Festival dei Sogni: le strade del centro accoglieranno artisti di strada, che coloreranno la città con la loro arte. Dal Cirque du soleil arrivano il “borsaiolo” Christian Lindemann e David Shiner, clown, regista e scrittore. Joel Jeske mostrerà come è possibile suscitare divertimento sfrenato anche con i mezzi più semplici; Pierre Ètaix, vincitore anche di un premio Oscar, conquisterà il pubblico con musica, slapstick e classica arte clownesca. Altri momenti importanti: le esibizioni di Barry “Grandma” Lubin, del pantomimo e clown musicale Elliot, di Paolo Nani e Hilary Chaplain. Sono in programma anche 16 manifestazioni teatrali per bambini. (www.festival-der-traeume.at).
Da non perdere è la visita all’Alpenzoo di Innsbruck. L’avventura comincia già con il viaggio: si parte dal centro della città con la splendida funicolare realizzata da Zaha Hadid in perfetta armonia con il paesaggio e pochi minuti si raggiunge l’Alpenzoo, lo zoo alpino più alto d’Europa, che ospita oltre 150 specie di animali, che avevano o hanno tuttora il loro habitat nelle Alpi. Orsi, linci, lupi, ma anche bisonti, aquile e la riserva degli stambecchi, allestita come zona rocciosa percorribile a piedi da tutti i visitatori, che potranno così vedere gli animali senza recinti e barriere. I visitatori più giovani avranno a disposizione il parco giochi degli orsetti e la parete attrezzata per arrampicate “al nido d’aquila”, dove scatenarsi in libertà. La salita con la funicolare può poi proseguire per la splendida terrazza panoramica Seegrube, fino a raggiungere i 2.256 metri (il tutto in meno di mezz’ora dal centro storico) e ritrovarsi così nel cuore del Parco alpino del Karwendel, una zona alpina di importanza internazionale.
Una settimana da favola nei villaggi d’incanto – Insbruck è costellata da 40 piccoli villaggi d’incanto. Qui vacanza è sinonimo di tranquillità, natura e divertimento.
Nel comprensorio Muttereralm di Mutters tutto è pensato a misura di famiglia. A partire dal nuovo Parco Avventura, un’area a ingresso gratuito attrezzata per garantire gioco ed emozioni. Nell’area compresa tra lo stagno, la malga Sennalm e la stazione a monte, sono state ricavate diverse zone con escursioni emozionanti e divertenti. L’area dell’acqua magica, con le sue ruote idrauliche ed i suoi percorsi ad acqua e stagni, è fonte di grande divertimento per i bambini, che potranno sguazzare e schizzarsi a piacere. Altrettante sorprese nascondono il villaggio indiano o il campo giochi dell’avventura, dotati di scivoli e di un’ampia area per giocare con la sabbia. Le diverse zone sono collegate tra loro da sentieri percorribili a piedi nudi. Nessuno poi potrà resistere al fascino delle Case sugli alberi. Chi da bambino non ha sognato almeno una volta di averne una? Nel Parco Avventura di Muttereralm queste abitazioni da sogno sono dei veri e propri castelli sospesi nell’aria tra le chiome degli alberi, costituiti da spaziose strutture in legno su due piani dotate di reti per arrampicarsi, posti a sedere e una tettoia protettiva come tetto. Le case sono collegate tra loro da passerelle in legno.
Per chi ama passeggiare ci sono tanti sentieri studiati per le famiglie. La Via delle malghe di Innsbruck si snoda a mezza montagna ed è possibile scegliere tra diversi itinerari, che conducono dolcemente lungo gli alpeggi di Götzens, Mutters e Birgitz, oppure attraverso il comprensorio Axamer Lizum. Sono sentieri larghi e battuti e si possono percorrere anche con il passeggino. Comode panchine sistemate nei migliori punti panoramici invitano a fare una breve pausa per riposarsi in mezzo alla natura, mentre diversi rifugi e malghe sono l’ideale per una sosta golosa.
Se si sceglie la zona del Patscherkofel bisogna provare l’inconfondibile Sentiero dei cembri: una passeggiata a 2.000 metri, dove i boschi di cembri, fitti e ombrosi, invitano a una piacevole sosta e dove in giugno e luglio è possibile ammirare lo spettacolo dei rododendri in fiore che adornano il ciglio del sentiero. E’ un’escursione in alta quota, ma comunque adatta a tutta la famiglia, in quanto il sentiero oltre a essere piano è molto curato.
Il divertimento continua poi sul lago balneabile di Natterer con i nidi familiari tirolesi, che propongono un’offerta per la famiglia di qualità certificata; al centro di equitazione, il più grande dell’Austria occidentale; con fiaccolate e giri in barca.
Info: Innsbruck Tourismus, tel. +43-512-59850, office@innsbruck.info, www.innsbruck.info.

Leave a comment

*