Fabio Strinati

Magyar

Fabio Strinati - 9 dicembre 2017
Székely_Bertalan_Vérszerződés

Dove un tempo dalle steppe dell’Asia partirono gli Ungari, scorrerie finniche accasarsi alle falde degli Urali i monti dalla cintura la sua tomba di pietra; priva di sbocchi sul mare, sommessi i rilievi lo spago del Danubio, dal Kékes bluastro cielo si riflette il Balaton, cerchio di mare dalla dolce acqua fertile la Pannonica pianura. II Da Onogur dieci frecce o tribù o le patrie …

Continue reading