Il Tigri (e l’Iraq) a rischio per la maxi-diga in Turchia

Redazione - 16 luglio 2012

Polli da spennare (nota a margine dell’Europeade)

Redazione - 16 luglio 2012

Cercare lavoro in Norvegia

Redazione - 16 luglio 2012
empty image
empty image

Qualora si decidesse di cercare lavoro in Norvegia, la prima cosa da sapere è questa: la conoscenza linguistica è importante. Le uniche professioni in cui non viene richiesto il norvegese sono quelle legate all’industria petrolifera: gli ingegneri e i tecnici specializzati se la possono cavare con l’inglese.I corsi di lingua in loco sono a pagamento, salvo rare eccezioni, e partendo da zero sono necessari almeno tre corsi della durata di un mese ciascuno (quattro lezioni per settimana) per raggiungere un livello base di comprensione e interazione.

Le offerte di lavoro vengono pubblicate quotidianamente sui siti specializzati: i maggiori sono nav.no e finn.no. Selezionando “ledige stillinger” su nav e “jobb” su finn avrete accesso all’elenco completo delle posizioni disponibili. Per evitare di perdersi tra professioni e località, è molto utile il menu laterale, presente su entrambi i siti, che consente di contrassegnare le località e gli ambiti lavorativi di interesse. Ogni annuncio è correlato di indirizzo mail a cui spedire il proprio curriculum, talvolta vi è anche un numero di telefono a cui è possibile richiedere maggiori informazioni.

Ma che tipo di CV inviare?

Se il vostro obiettivo sono professioni per cui è importante sottolineare qualifiche e titoli di studio, va bene il modello Europass, anche in inglese, accompagnato da una lettera di referenze.

Se invece vi interessa lavorare nei ristoranti, nei bar o nei negozi, meglio essere brevi e usare il modello norvegese. Due pagine al massimo. Sui libri di testo dei primi livelli è quasi sempre presente un esempio di questo tipo di CV, un utile riferimento da cui copiare  la struttura e i titoli delle varie sezioni in cui è diviso. Ricordatevi sempre di inserire delle referenze, qui sono molto importanti. Solitamente richiedono il numero di telefono di un ex datore di lavoro (mi raccomando, che parli inglese!), potete inoltre chiedere all’insegnante di norvegese se fosse disponibile ad essere contattato per dimostrare che avete frequentato il corso di lingua.

Si può utilizzare la mail a cui allegherete il vostro curriculum per scrivere una breve presentazione di voi stessi,possibilmente in norvegese. Spiegate chi siete e quali sono le competenze e le conoscenze che possedete, per cui ritenete di essere adatti alla professione richiesta nell’annuncio. Scacciate la tentazione di aggiungere esperienze lavorative inventate: con Internet le bugie si scoprono anche dall’estero. E siate onesti sul livello di conoscenza linguistica: “inglese fluente” qui significa “inglese parlato quasi a livello di un abitante dell’Inghilterra”.

Qualora vi trovaste già in Norvegia al momento della ricerca di lavoro, potete consegnare personalmente il vostro curriculum al responsabile della selezione. In tal modo, al momento della scelta dei candidati da sottoporre al colloquio, il vostro profilo sarà correlato anche di una prima impressione diretta, quindi più facilmente preso in considerazione.

Fatto questo resta solo una cosa da fare: krysser fingrene!

Camilla

Se cercate lavoro in Europa o nel mondo consultate la nostra sezione Lavoro

Catena norvegese cerca  2 pizzaioli e 3 chef

Leggi il blog di Camilla sulla Norvegia

Leggi: ecco perché trasferirsi in Norvegia

Trasferirsi in Norvegia, istruzioni per l’uso

– Offerte di lavoro in Norvegia


Leave a comment

*