Il ventennale della rivolta di Los Angeles

Redazione Padova - 28 aprile 2012

Buongiorno e arrivederci, l’arte italiana cerca finanziatori per un festival a Berlino

Redazione Padova - 28 aprile 2012

“El retratista”: un documentario per ricordare le vittime del franchismo

Redazione Padova - 28 aprile 2012
empty image
empty image

“Una scuola rurale nel cuore della Spagna repubblicana degli anni ’30. Un mondo perduto visto con gli occhi di che bambini imparano a scrivere. L’utopia di un maestro d’avanguardia spezzata dalla guerra e dalla dittatura. Un documentario e un impresa collettiva in memoria delle vittime del franchismo”.


Questo è “El Retratista”, documentario spagnolo di 25 minuti di Alberto Bougleux su soggetto di Sergi Bernal, del quale potete vedere un’anticipazione qua sotto.

Assieme parte un progetto di crowfunding per la memoria.

A poche settimane dal suo insediamento, il nuovo governo spagnolo ha chiuso l’Ufficio per le Vittime della Guerra Civile (leggi l’articolo). Nella gran parte dei casi, l’importante processo di esumazione delle fosse comuni e identificazione dei resti dei circa 120.000 desaparecidos della repressione franchista, lanciato con la Legge per la Memoria Storica dell’ottobre 2007, dovrà arrestarsi a causa del taglio dei fondi e il disinteresse delle istituzioni.
Tuttavia, in Spagna la memoria di quella violenza è ancora molto viva a distanza di tre generazioni, e le famiglie e i cittadini che oggi lavorano per costruire un paese che non dimentica il proprio passato non vogliono darsi per vinte.
Settant’anni fa, i quaderni della scuola di Bañuelos divennero realtà grazie alle molte sottoscrizioni. Oggi, il documentario su Antonio Benaiges e gli ideali che animavano la sua scuola rurale si potrà realizzare solo con il sostegno di chiunque creda nel progetto e desideri collaborare alla sua produzione.
Per questo abbiamo deciso di lanciare la produzione de El Retratista en Verkami: perché tutte le persone che credono nella verità e nella giustizia come fondamento della democrazia diventino i veri protagonisti e garanti della memoria storica, in un tempo in cui appare ogni giorno più importante riaffermarne il valore

Leave a comment

*