Giap è morto, viva Giap

Redazione - 5 ottobre 2013

Marjane Satrapi: Iran, una telefonata non basta

Redazione - 5 ottobre 2013

Fiera delle parole: il programma, si parte

Redazione - 5 ottobre 2013
empty image
empty image

fieradelleparoleDuecentoventotto eventi nei luoghi più belli del centro storico: per una settimana, Padova diventa la capitale del libro. Dal 7 al 13 ottobre, infatti, torna con la settima edizione – la terza in città – La Fiera delle Parole, manifestazione che da sempre riunisce scrittori, giornalisti, filosofi, attori, musicisti, cantautori per  raccontare tutto l’immenso mondo che può essere racchiuso nelle pagine di un libro. La Fiera delle Parole è ideata e diretta da Bruna Coscia e organizzata da Associazione culturale Cuore di Carta, Comune di Padova e Università degli Studi di Padova, con la collaborazione di Camera di Commercio di Padova e AcegasAps.

 

La Fiera si conferma dunque una delle più interessanti occasioni di incontro sul territorio nazionale con la letteratura, il giornalismo, la poesia, l’arte, la musica. Oltre cinquantamila persone – tante hanno preso parte all’edizione 2012 – potranno partecipare ai 228 eventi organizzati nei luoghi più belli, suggestivi e prestigiosi della città: Palazzo Bo, Sala dei Giganti, Conservatorio Pollini, Centro Culturale Altinate San Gaetano, Teatro Ruzante, Caffè Pedrocchi, Museo Diocesano, Multisala MPX e molti altri. Non mancano numerosi appuntamenti nelle librerie e in molte scuole della città – dalle elementari alle superiori – a testimoniare la forte attenzione della Fiera nei confronti delle giovani generazioni.

 

«Anche quest’anno – spiega Bruna Coscia, ideatrice e organizzatrice della manifestazionela Fiera delle Parole si conferma un’occasione per passare dal virtuale al reale, per incontrarsi, confrontarsi, ascoltare e riflettere. Non mancano – anzi, quest’anno sono aumentati – momenti dedicati all’arte, alla musica, al teatro, al cinema: non semplici occasioni di intrattenimento, ma fucine per leggere con creatività, fantasia e speranza il nostro futuro».

 

«Lo spirito con cui, per il terzo anno, l’Università fornisce il suo apporto alla Fiera delle Parole  – prosegue Giuseppe Zaccaria Rettore dell’Università di Padovaè quello di una pianificazione accurata dell’evento che per sua natura prevede appuntamenti e generi diversi tra loro. Ritengo infatti che la Fiera delle Parole debba avere un suo “cuore”  e un momento critico altamente pensato capace di  rispettare alti standard di qualità. Il rischio, viste le tante manifestazioni simili, è quello di reiterare un effetto negativo da un punto di vista culturale e non critico che se da una parte soddisfa lo spettatore dall’altro penalizza la qualità. Per questa ragione sono soddisfatto dei nomi in programma tra i quali posso ricordare autorevolissimi giornalisti italiani come Cazzullo, Mieli e Di Stefano o scrittori come Camon, Molesini e Veladiano, ma vorrei sottolineare l’importante filone di comunicazione scientifica presente alla Fiera delle Parole che ben si collega ed è coerente con il Premio Galileo e altre iniziative universitarie».

 

«In qualità di gestore dei servizi indispensabili per una buona qualità della vita – dichiara l’Amministratore Delegato di AcegasAps Cesare Pillon –  AcegasAps è concretamente impegnata nel rispondere alle istanze dei territori in cui opera, con particolare attenzione verso la tutela dell’ambiente naturale e l’ascolto delle esigenze della comunità sociale. Il nostro impegno si esprime anche nell’offrire sostegno a iniziative culturali come la Fiera delle Parole, un’importante occasione per incontrare, a Padova, i protagonisti della letteratura, del giornalismo e della poesia contemporanei. In queste giornate AcegasAps porterà al centro dell’attenzione le tematiche ambientali, presentando una serie di appuntamenti con autori come Massimo Cirri, Andrea Segrè e Mario Tozzi, impegnati nella ricerca e sensibilizzazione  verso  l’adozione di soluzioni e azioni efficaci per un modello di sviluppo più sostenibile».

 

 

UNA SPECIALE ANTEPRIMA CON FRANCESCO GUCCINI LUNEDÌ ALLE 21

Un “vecchio amico” della Fiera delle Parole, Francesco Guccini, ha voluto regalare una serata speciale lunedì 7 ottobre alle 21 al Cinema Teatro Mpx con il film documentario “La mia Thule”, racconto della registrazione del suo ultimo disco, nel mese di ottobre 2012 nel Mulino di Chicòn, a Pàvana, sull’Appennino tosco-emiliano. La storia di un ritorno all’infanzia, alle radici e alla memoria. Un momento di incontro e condivisione di antichi valori con uno dei cantautori più amati di sempre.

 

SALVATORE ACCARDO, DANILO SACCO E I MUSICI NELLA GIORNATA INAUGURALE

Martedì 8 ottobre, l’inaugurazione ufficiale della Fiera – prevista per le ore 17 nell’Aula Magna del Bo con la presenza di Bruna Coscia, che ha ideato e diretto il festival, del vice sindaco reggente Ivo Rossi, del rettore Giuseppe Zaccaria, del presidente della Camera di commercio Fernando Zilio – sarà impreziosita da un incontro che si preannuncia già emozionante: quello con il celebre violinista Salvatore Accardo. Alle 21,al Cinema Teatro Mpx. I Musici in concerto con Danilo Sacco, presenteranno un viaggio tra le canzoni più belle del cantautore emiliano con i suoni dei suoi più fedeli musicisti.

 

SETTE LIBRI IN ANTEPRIMA NAZIONALE: DA MIELI A CAZZULLO, DA SCURATI A GUENASSIA

Nella giornata inaugurale, sempre alle 21, nell’ Aula Magna del Bo, Paolo Mieli presenterà in anteprima il suo nuovo libro I conti con la storia. Pagine per capire il nostro tempo (Rizzoli), in uscita a fine ottobre. Quello con Mieli è il primo di sette appuntamenti dedicati a prime nazionali di libri in uscita. Aldo Cazzullo porta in anteprima alla Fiera delle Parole il 10 ottobre alle 17.30 in Sala dei Giganti il suo Basta piangere! Storie di un’Italia che non si lamentava (Mondadori). Prima nazionale anche per Antonio Scurati, che domenica 13 ottobre alle 15 (Sala Rossini, Caffè Pedrocchi) porta Il padre infedele (Bompiani), romanzo nel quale l’autore racconta le vicende di una famiglia sul cui sfondo scorre lo scenario desolante di un’Italia travolta dalla crisi. Attesa anche per lo scrittore algerino Jean-Michel Guenassia, autore del best seller Il club degli incorreggibili ottimisti, che presenta domenica 13 ottobre alle 17:30 al San Gaetano La vita sognata di Ernesto G.

 

PRIMA VOLTA IN ITALIA PER PATRICK FLANERY E PABLO GUTIÈRREZ

Ma la Fiera di quest’anno sale sulla ribalta internazionale e porta per la prima volta in Italia due autori stranieri già molto apprezzati all’estero. Il primo è lo statunitense Patrick Flanery, che domenica 13 ottobre alle 19.00 al San Gaetano presenta il libro che presenta il libro Assoluzione, (Garzanti),  romanzo pubblicato in tutto il mondo dalle più importanti case editrici. Sabato 12 ottobre alle 19.30 al San Gaetano tocca a Pablo Gutièrrez, autore considerato tra i migliori scrittori emergenti della Penisola Iberica, che presenta il suo libro Niente è cruciale (Gran Via), storia di due adolescenti “sconfitti” nella Spagna anni Ottanta.

 

ROBERTO VECCHIONI, NEO CANDIDATO AL NOBEL, ALLA FIERA CON IL SUO NUOVO CD

Non può mancare un altro grande amico della Fiera delle Parole: Roberto Vecchioni, uno degli autori in corsa insieme a Bob Dylan e Leonard Cohen per l’assegnazione del Nobel per la Letteratura, sarà a Padova domenica 13 ottobre – alle 21 al Cinema Teatro MPX – per presentare il nuovo CD Io non appartengo più, con Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Mario Luzzatto Fegiz. «Alla Fiera delle Parole mi sento come a casa – ha dichiarato Vecchioni a margine della notizia della candidatura – e sono davvero felice di poter condividere con Bruna e con Padova questa emozione». Di certo il pubblico della Fiera saprà augurargli in bocca al lupo con il calore e la partecipazione di sempre.

MUSICA CINEMA, TEATRO: TRA PASSIONE, CULTURA E COMUNITÀ

La Fiera delle Parole è anche un palcoscenico tra cinema, teatro e musica. Linguaggi immediati, capaci di parlare direttamente al cuore di ciascuno, di trasmettere saperi, valori e suggestioni, di creare cultura condivisa e senso di comunità. Il pubblico della Fiera potrà incontrare – tra gli altri – grandi registi come Ermanno Olmi e Pupi Avati, attori come Lella Costa, Natalino Balasso e Marco Alemanno, cantautori come Vinicio Capossela e i già citati Francesco Guccini e Roberto Vecchioni.

 

IL MONDO DEL GIORNALISMO E DELL’IMPEGNO CIVILE

Impegno civile, pensiero critico, cittadinanza attiva sono da sempre tra i tratti distintivi della Fiera delle Parole. Per questo, anche nell’edizione 2013 non possono mancare appuntamenti con chi condivide questi valori come elementi fondanti di una società più giusta e sostenibile. La Fiera  potrà contare sulle voci di Gherardo Colombo, don Luigi Ciotti, Sergio Staino, Domenico Gallo, Massimo Cirri e di tanti altri che hanno scelto di impegnarsi in prima persona. E ancora, non mancheranno momenti di incontro e riflessione con il mondo del giornalismo: Corrado Augias, Gian Antonio Stella, Ennio Remondino, sono alcune tra le “firme” presenti alla Fiera. Il pensiero filosofico contemporaneo troverà voce con Giulio Giorello, Vito Mancuso e Umberto Curi.

 

PORTE APERTE AI TEMI DELL’AMBIENTE E DELLA SOSTENIBILITÀ

Con il geologo e conduttore televisivo Mario Tozzi, l’agronomo e fondatore del Last Minute Market Andrea Segrè e l’esperto nella divulgazione di una nuova cultura della sostenibilità Mirco Rossi, la Fiera delle Parole apre le porte all’ambiente e alla sostenibilità, per contribuire al dibattito sempre attuale su un modello di sviluppo alternativo per il nostro Paese e per il mondo intero, in cui gli sprechi possano essere ridotti al minimo e le risorse massimizzate, per permettere a ciascuno una vita più sana, più semplice e più serena.

 

SPAZIO AI GIOVANI: IL MONDO RACCONTATO CON PAROLE NUOVE

Alla Fiera delle Parole trovano ampio spazio le nuove generazioni di narratori. Autori giovani non soltanto per un fatto anagrafico, ma in quanto capaci di concepire e raccontare in modo nuovo il mondo, le relazioni, la vita. Tra gli altri, saranno ospiti della Fiera Marco Balzano, Veronica Raimo, Giorgio Ghiotti, Matteo Marchesini, Emmanuela Carbé.

 

BAMBINI, RAGAZZI, SCUOLE: TANTE LE PROPOSTE IN PROGRAMMA

Come sempre, la Fiera delle Parole ha un occhio di riguardo per gli studenti. Sono molte le iniziative rivolte a bambini e ragazzi: una serie di incontri dedicati alla letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, ma anche tante occasioni per le scuole, che potranno accogliere alcuni tra gli ospiti della Fiera direttamente tra le mura dei propri istituti. Un momento importante per i lettori più giovani, cittadini di domani.

 

ALCUNI TRA GLI OSPITI DELLA FIERA DELLE PAROLE 2013

Salvatore Accardo, Marco Alemanno, Corrado Augias, Pupi Avati, Natalino Balasso, Luca Bianchini, Marco Buticchi, Vinicio Capossela, Massimo Carlotto, Chiara Carminati, Anthony Cartwright, Aldo Cazzullo, don Luigi Ciotti, Massimo Cirri, Gherardo Colombo, Lella Costa, Roberto Cotroneo, Paolo Crepet, Paolo Di Paolo, Patrick Flanery, Domenico Gallo, Chiara Gamberale, Giulio Giorello, Francesco Guccini, Mario Luzzatto Fegiz, Vito Mancuso, Valerio Massimo Manfredi, Dacia Maraini, Beatrice Masini, Paolo Mieli, Ermanno Olmi, Flavio Oreglio, Paola Pallottino, Ennio Remondino, Pino Roveredo, Paolo Roversi, Danilo Sacco, Giuliano Sangiorgi, Antonio Scurati, Andrea Segre, Andrea Segrè, Sergio Staino, Angela Staude Terzani, Gian Antonio Stella, Mario Tozzi, Roberto Vecchioni, Mariapia Veladiano e molti altri.

Leave a comment

*