Neri Marcorè, Elio, Pannofino, Finardi: ecco i nomi della stagione del Teatro Cristallo

Redazione - 24 settembre 2015

“Corso Regina 68”, il romanzo in crowdfunding di Camilla Bonetti

Redazione - 24 settembre 2015

I doc “This is not paradise” e “L’acqua calda…” al Foggia Film Festival

Redazione - 24 settembre 2015
marcoré
Torino (foto Wikimedia Commons)
this-is-not-paradise-particolare

Due documentari cari a Anordestdiche sono in concorso al Foggia Film Festival, la cui quinta edizione è in programma dal 14 al 21 novembre nel capoluogo dauno, e che quest’anno è presieduto dal regista Giovanni Veronesi. Si tratta dei due film This is not paradise di Gaia Vianello e di Lisa Tormena, prodotto dalla Sunset Video anche grazie a una campagna di crowdfunding in rete a cui ha partecipato anche Anordestdiche, e L’acqua calda e l’acqua fredda di Marina Resta e Giulio Todescan, autoprodotto dai due registi.

thisisnotparadiseI due film trattano in modi diversi il mondo del lavoro. This is not Paradise è (durata 52 minuti, acquistabile scrivendo asunset@sunsetstudio.it) mostra attraverso storie e testimonianze dirette, infografiche e interviste come le donne di servizio nei paesi mediorientali (a iniziare dal più occidentale di questi, il Libano) vivano una condizione di semi-schiavitù. Un fenomeno culturale, innanzitutto. “La kafalaspiega Gaia Vianello, nel suo diario da Beirut scritto per And – è una sorta di sponsorizzazione dei lavoratori domestici migranti, che affida al datore di lavoro la tutela legale del proprio dipendente. Alle donne che arrivano qui vengono requisiti il passaporto e il permesso di soggiorno”.

locandina-acqua-caldaL’acqua calda e l’acqua fredda racconta invece una storia di migrazione interna contemporanea fra un paese della Puglia, Giovinazzo, e Vicenza, dove vive una comunità di centinaia di giovinazzesi, operai all’acciaieria Valbruna. “È una storia che, come l’anello di una catena, se ne porta dietro un’altra – scrive uno dei registi, Giulio Todescan – l’epopea operaia delle AFP, le Acciaierie Ferriere Pugliesi che occupavano fino a 1200 operai, fondate negli anni Venti e chiuse negli anni Ottanta. Molti dei valbruniani vicentini, oggi, sono figli di quella classe operaia meridionale“.

La selezione ufficiale del Foggia Film Festival, pubblicata ieri, presenta tre sezioni di concorso: Italian documentary con 12 documentari italiani fra cui i due di cui si è accennato, Italian movies con 9 lungometraggi di finzione, e Italian short movies che comprende 22 cortometraggi. La kermesse sarà ospitata dall’Auditorium Santa Chiara e dal Teatro Umberto Giordano, le premiazioni si terranno il 21 novembre.

Leave a comment

*