La montagna volante e il tempio di Lingyin. Diario cinese / 4

Redazione - 28 agosto 2015

Cuba, storia di un’altra rivoluzione

Redazione - 28 agosto 2015

I toccanti ritratti con nebbia di Humans of Pianura Padana

Redazione - 28 agosto 2015
Lingyin
Cuba3
Humans of Pianura Padana

Toccanti ritratti di esseri umani che raccontano la loro vita quotidiana, fra parcheggi asfalto e bicchieri di vino. Il tutto sommerso da strati e strati di nebbia uniforme. Ecco quello che accade se un format di successo, quello di “Humans of New York”, il sito e pagina Facebook che cataloga con un ritratto e una frase migliaia di micro-storie che popolano la metropoli, si trasferisce nella pianura padana.

Il risultato è la pagina Facebook satirica “Humans of Pianura Padana”. Che – un po’ sulla scia di un progetto certamente più articolato ma animato da un simile spirito corrosivo come Padania Classics –  fa il verso all’incredibile ricchezza umana newyorkese di cui il progetto statunitense si fa portabandiera, e disegna un panorama umano… piatto come la pianura padana. Come dire: sogniamo pure i mille colori di Manhattan, ma una volta spento il pc, la nostra realtà è la solita provincia infinita.

Oltre a farsi due risate sul proverbiale grigiore che in gran parte dell’anno avvolge le produttive lande attraversate dal fiume Po, l’impressione è che questa pagina Facebook si prenda gioco più sottilmente anche dello spirito un po’ naif con cui “Humans of New York”, e le altre pagine che emulano l’originale in tutto il mondo da Dublino al Bangladesh, da Roma a Padova, trasmettono abbondanti dosi di buoni sentimenti abbinati a uomini, donne e bimbi inevitabilmente sorridenti, o che dimostrano di guardare avanti con ottimismo nonostante la povertà o storie di vita difficili. Per gli “umani padani” invece la causa di tristezza massima è l’ingorgo stradale causato dalla vendemmia che riempie le statali di trattori.

Ecco una galleria di personaggi e, ehm, storie, tratti dalla pagina “Humans of Pianura Padana” (sempre che riusciate a vederli).

vendemmia

“are you sad?”
“yes”
“why?”
“the vendemmia season has now begun, there are too many tractors in the streets, I can’t go home”

"I love the colors of the street lamps at night, ah! beautiful Rovigo"

“I love the colors of the street lamps at night, ah! beautiful Rovigo”

"she was a beautiful woman, i used to love her too much, now she passed away" "how she died?" "i lost her in the fog five minutes ago"

“she was a beautiful woman, i used to love her too much, now she passed away”
“how she died?”
“i lost her in the fog five minutes ago”

"What's your greatest struggle right now?" "Being part of the Veneta Serenissima Armata, god i love that tank"

“What’s your greatest struggle right now?”
“Being part of the Veneta Serenissima Armata, god i love that tank”

"a wonderful place, when there is no fog you can see the clouds" "and the sun?" "What is the sun?"

“a wonderful place, when there is no fog you can see the clouds”
“and the sun?”
“What is the sun?”

Leave a comment

*