Giovane, donna (e musulmana). Norvegia, lesson number 2

Redazione - 25 settembre 2012

Storia della Ferrari secondo Forghieri

Redazione - 25 settembre 2012

Innovation festival, a caccia di nuove energie

Redazione - 25 settembre 2012
empty image
empty image
Da Rigoberta Menchù a Jeremy Rifkin, fino al vicepresidente della Corte penale internazionale de L’Aja, Cuno Tarfusser. Tutto pronto a Bolzano per l’Innovation festival, un appuntamento da non perdere in programma questo fine settimana.
Un Premio Nobel per la Pace che parla di etica in economia, il guru mondiale dell’energia, la Lunga Notte della ricerca, la scimmietta Bobby: sono solo quattro dei protagonisti che renderanno l’Innovation Festival Bolzano-Bozen un’esperienza unica.
Dal 27 al 29 settembre il capoluogo altoatesino diventerà la capitale italiana dell’innovazione con un programma che non mancherà di incuriosire i visitatori grazie a 50 appuntamenti e ben 100 relatori. Il tema dell’Innovation Festival sarà “nuove energie”, ingresso gratuito a tutte le manifestazioni ed eventi.

Il Festival prenderà il via alle 10 di mattina di giovedì 27 settembre con l’inaugurazione ufficiale presso il Museion, alla presenza degli assessori provinciali Roberto Bizzo e Sabina Kasslatter Mur, e del presidente del TIS Nikolaus Tribus.

Da quel momento in avanti spazio ad un programma che prevede 40 ore di eventi suddivisi in 3 giorni. Cuore pulsante dell’Innovation Festival sarà Palais Campofranco, sede dell’Infopoint e delle 13 stazioni interattive aperte per tutta la durata della manifestazione. Sempre nella suggestiva cornice del salotto buono della città, dalle 12 alle 14, i visitatori del Festival potranno pranzare, gustare un aperitivo o un caffè, e nel frattempo seguire gli eventi in programma.

Esposizioni

Let’s network”. Questo lo slogan che, appena usciti da Palais Campofranco, animerà la centralissima Piazza Walther dove saranno presenti i 12 gruppi di lavoro del TIS Innovation Park. A loro il compito di presentare i prodotti innovativi e i risultati raggiunti grazie alla collaborazione fra imprese e al lavoro di rete.

Per tutta la durata del Festival, inoltre, sarà possibile visitare la mostra interattiva sull’innovazione nell’edilizia “build4future” organizzata dal Fraunhofer Institut in Piazza Università, mentre alla Casa della Cultura Waltherhaus gli artigiani dell’APA presenteranno il proprio potenziale creativo con l’esposizione “Innovazione da toccare”.

Le immagini, infine, saranno le protagoniste a Palazzo Mercantile il 27 e 28 settembre, con la mostra fotografica “Zoom: fra tradizione e innovazione”, evento a cura di Camera di Commercio e Assoimprenditori.

Relatori

La qualità di un Festival dipende in gran parte dai suoi relatori. Gli organizzatori della prima edizione dell’Innovation Festival sono riusciti a portare a Bolzano ospiti di livello nazionale e internazionale.

Come ad esempio il Premio Nobel per la Pace Rigoberta Menchù Tum. La guatemalteca sarà alla Casa della Cultura Waltherhaus il 29 settembre per parlare di ecologia, pace e giustizia sociale, e  poco più tardi il Festival si chiuderà con la presenza del guru americano dell’energia e dell’economia Jeremy Rifkin, il quale all’Auditorium Haydn presenterà la “Terza rivoluzione industriale”.

Il 27 settembre, invece, è in programma al Waltherhaus un viaggio nel futuro, ovvero in ciò che farà “tendenza” nel 2021, assieme all’esperto di trend Nils Müller, mentre alla Libera Università di Bolzano il presidente del Centro tedesco per l’aeronautica e l’astronautica Johann Dietrich Wörner illustrerà le sfide che il settore dell’energia dovrà affrontare nei prossimi 40 anni.

Il vicepresidente della Corte penale internazionale de L’Aja, Cuno Tarfusser, assieme a Lucia Annunziata, una delle più conosciute e affermate giornaliste italiane, saranno i protagonisti del dibattito del 29 settembre all’Academy Cassa di Risparmio sui rischi dello sviluppo nel terzo mondo.

Giovani, creatività, innovazione: saranno questi i temi affrontati dal filosofo francese Miguel Benasayag e dallo scrittore argentino Mempo Giardinelli, mentre il rapporto tra logica ed etica, in ricerca e in economia, sarà analizzato dai Ministri alla ricerca e all’istruzione di Italia e Austria, Francesco Profumo e Karlheinz Töchterle.

La politica nazionale sarà presente anche all’incontro “Sostenibilità ambientale e informatica”, al quale parteciperanno il Ministro dell’ambiente Corrado Clini, il presidente di Telecom Italia Franco Bernabè e l’imprenditore Michael Seeber del Gruppo Leitner.

Altri relatori di sicuro richiamo saranno inoltre la ex presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, Kenneth Paul Morse del MIT di Boston e Ulrich Eberl del gruppo Siemens.

Bambini, famiglia, cultura

Che festival sarebbe senza un’adeguata offerta culturale, e senza un programma pensato per bambini e famiglie? Siccome l’obiettivo dell’Innovation Festival è quello di informare i cittadini altoatesini sull’innovazione e sulla tecnologia, e di sensibilizzarli nei confronti di questi temi centrali per il futuro, gli organizzatori hanno posto particolare attenzione al coinvolgimento di bambini e famiglie. Il programma, infatti, è ricco di eventi e iniziative.

Bambini

Clown, acrobati, lavoro manuale e racconti, per la tre giorni dell’Innovation Festival nel centro di Bolzano. Il 27 settembre, alle 16, sarà tempo di cinema con il film d’animazione “Animals United 2D” al Filmclub, mentre il giorno seguente i più piccoli potranno ritrovarsi a Palais Campofranco per “La magia dell’ascolto”: musica, letture e linguaggio dei segni per raccontare le nuove energie. Il 29 settembre, sempre a Palais Campofranco, i bambini si potranno sbizzarire con dipinti e bricolage, mentre nel pomeriggio entrerà in scena la scimmietta Bobby, che affronterà a modo suo le tematiche dell’energia e della tutela dell’ambiente.

Famiglie

Il momento clou dell’Innovation Festival, per le famiglie, è sicuramente la Lunga notte della ricerca. Il 28 settembre, dalle 17 alle 24, grandi e piccoli avranno modo di avvicinarsi al mondo della ricerca scoprendola con tutti i propri sensi. L’evento è organizzato da LUB, EURAC e TIS.

Per gli appassionati di motori, invece, appuntamento da non perdere il 27 settembre, con il noto giornalista sportivo Ezio Zermiani che intervisterà Thierry Baritaud della Scuderia Ferrari sul tema del recupero di energia nei motori di Formula 1. Spazio alla creatività, infine, il 28 settembre al Waltherhaus con l’Open Innovation Workshop.

Cultura

Per tutti i tre giorni dell’Innovation Festival, al Museion, ci sarà la performance artistica dal titolo “Fuel of Grace” ideata dalla coppia Isola e Norzi, mentre per quanto riguarda la musica, archi e fiati dell’Orchestra Gustav Mahler animeranno il 28 settembre diversi luoghi del centro storico. Sempre lo stesso giorno, ma in tarda serata, Nicolas Bernier e Martin Messier si esibiranno all’Auditorium Haydn facendo incontrare musica e videoarte.

Tutto il programma dettagliato dell’Innovation Festival si può trovare sul web all’indirizzo www.innovationfestival.bz.it, ed è prevista anche la distribuzione in allegato con i quotidiani “Dolomiten” e “Alto Adige” nelle giornate di sabato 22 e domenica 23 settembre

Drink & Food

Oltre alle possibilità di rifocillarsi a Palais Campofranco, alcuni panifici e un negozio di prodotti bio del centro città, riconoscibili dalla presenza della volpe blu simbolo dell’Innovation Festival, offriranno dei “pacchetti” a prezzo contenuto.

Il Festival e il sociale

A Palais Campofranco, per tutta la durata dell’Innovation Festival, saranno presentate diverse iniziative sociali. I visitatori, ad esempio, avranno la possibilità di ricevere dettagliate informazioni sulla Carta dei servizi, uno degli strumenti principali dell’amministrazione digitale, il cosiddetto eGovernment, che si presenta tramite una rinnovata e accattivante campagna promozionale. Ci sarà inoltre la possibilità di conoscere alcuni progetti di cooperazione allo sviluppo in Libano e Uganda nel settore delle energie rinnovabili, e un progetto del Fondo sociale europeo in collaborazione con l’associazione Ecolnet intitolato “capitale umano per la sostenibilità”.

Leave a comment

*