A Nord Est di che va a cena (multietnica)

Redazione - 13 dicembre 2011

Le opere di Alexander Rodin sequestrate da una banca a Berlino. L’appello del Tacheles

Redazione - 13 dicembre 2011

Innsbruck, sciare nell’architettura moderna

Redazione - 13 dicembre 2011
empty image
empty image

Se non avete mai fatto un salto a Innsbruck e amate lo sci, pensateci. Oltre ad essere una bella cittadina, comoda e a portata di mano (da Bolzano basta un’ora  e un quarto di auto ma ci si arriva comodamente in treno con Deutch Bahn), offre un’occasione unica per gli amanti dello sci: un impianto di risalita e un trampolino disegnati da Zaha Hadid.

La particolarità di Innsbruck infatti è quella di poter incontrare in pieno centro città sciatori con tuta e scarponi, sci o tavola sulle spalle. Il tutto perché l’impianto di risalita della Nordkette parte dal centro città e raggiunge in 20 minuti piste oltre i duemila metri. L’Olympia Skiworld comprende ben nove comprensori sciistici: 85 impianti di risalita, 300 km di piste e un unico skipass. Le curve delle stazioni dell’impianto portano l’inconfondibile marchio dell’architetto di origine irachena, progettista anche del Maxi di Roma.

Lo stesso si dica per il trampolino olimpionico e l’arena del Bergisel, ricostruito nel 2001, vero biglietto da visita della città per chi arriva dal Brennero. Il tutto con il vantaggio di ritrovarsi, dopo una giornata di sci, nella capitale del Tirolo, con musei, locali e ristoranti aperti fino a tardi.

Leave a comment

*