Toxic Somalia, il video

Redazione - 9 marzo 2013

I marò rimarranno in Italia: e la parola data?

Redazione - 9 marzo 2013

Le donne sposate sono più facili

Redazione - 9 marzo 2013
empty image
empty image

Dalla serie Romantic Love Doesn’t Exist. I’m A Very Romantic Creature. Married Women Are Easier.

E’ con onore e un po’ di emozione che AND annuncia la mostra della SUA Barbara Fragogna. Proprio lei, l’altra faccia di Gennifer Neri Pozzi, la stalker di Elisa Alessandro, l’eroina dell’amore ai tempi di Facebook. In occasione dell’8 marzo e dell’avvicinarsi del Vicenza Pride, Metamorfosi Gallery ha preparato un evento omaggio al femminino, al femmineo, al femminile.

Quello di Barbara è il primo di quattro importanti appuntamenti di arte visuale organizzati nell’ambito del Vicenza Pride 2013: la rassegna si intitola ART COMING OUT. Un gioco di parole. Il significato letterale è “arte che esce”, ma è anche l’unione simbolica tra l’arte e l’espressione “coming out”, che indica la decisione di dichiarare apertamente la propria omosessualità o identità di genere.

Non è un caso che l’ospite di questa prima mostra monografica sia proprio un’artista donna, Barbara Fragogna. E che la sua opera, intitolata Romantic Love Doesn’t Exist. I’m A Very Romantic Creature. Married Women Are Easier (già esposto nel 2012 alla Galerie Sui Generis, a Bonn) sia un inno all’amore saffico reso attraverso il segno pulito di una stilo.

Barbara, di origini veneziane, vive da alcuni anni a Berlino e lì, nella capitale tedesca, ha trovato la sua dimensione per fare arte, non solo come artista, ma anche come curatrice. Lo è stata del famoso centro culturale berlinese Tacheles, e di recente della Emerson Gallery, con il progetto espositivo Buongiorno e Arrivederci. I suoi lavori sono stati esposti, tra l’altro al CAM di Casoria (Napoli), in Germania in numerose gallerie, in Estonia, Svezia, Repubblica Ceca.

Inaugurazione VENERDI 8 MARZO ore 18.30 presso il CAFFE’ ALLE COLONNE, in Piazza dei Signori a Vicenza. Ecco l’invito in Facebook con tutte le indicazioni.

Visita il sito di Barbara Fragogna

Leave a comment

*