Il riscatto dell’arte a Sorrento, apre La Casa Madre

Redazione - 28 giugno 2012

Le sei lezioni della Norvegia

Redazione - 28 giugno 2012

Master in giornalismo di guerra, con premio finale

Redazione - 28 giugno 2012
empty image
empty image

Pattuglia israeliana a Hebron (copyright Luca Barbieri)

Sono aperte le iscrizioni al master Giornalismo di esteri e politica internazionale, promosso dall’Associazione di Giornalismo Investigativo con il patrocinio di UNHCR (Alto Commissariato ONU per rifugiati), UNICRI, Associazione Ilaria Alpi, Equilibri, Ordine dei giornalisti della Puglia, nato con l’ambizione di contribuire allo sviluppo di un modello di giornalismo di esteri consapevole della complessità delle dinamiche internazionali e dei teatri di crisi.

Il Master, che si svolgerà a Milano, è rivolto a giovani laureati interessati al giornalismo di guerra, a giornalisti che vogliano acquisire una competenza specifica relativa alle relazioni internazionali e a operatori di enti e istituzioni impegnati nell’area delle relazioni internazionali. Articolato in cinque moduli, il Master garantisce una formazione teorica e pratica, con lo scopo di dare una visione completa del lavoro dell’inviato.

Il corso è diretto da Luciano Scalettari inviato speciale di «Famiglia Cristiana», consulente della Commissione parlamentare di inchiesta sul delitto Alpi-Hrovatin, dal marzo 2004 all’8 febbraio 2005, quando si è dimesso dall’incarico. Si occupa in particolare di attualità africana, temi d’attualità sociale e di giornalismo d’inchiesta. Ha vinto nel 2000 e nel 2006 il Premio giornalistico Saint Vincent.

Le iscrizioni sono aperte a partire dal 3 giugno 2012 e chiuderanno il 3 settembre 2012. Il Master si svolgerà nel periodo ottobre 2012-gennaio 2013, nei giorni di venerdì e sabato, per un totale di 223 ore di lezioni frontali. Il costo complessivo è di 4.000 euro.

Tra i docenti del Master vi sono alcuni tra i nomi di spicco del giornalismo di esteri, delle relazioni internazionali, del mondo della geopolitica e delle professionalità strategiche e di intelligence come: Mimmo Candito, scrittore e giornalista corrispondente di guerra de La Stampa, Luciano Piacentini Generale dell’Esercito Italiano, Mimmo Lombezzi di Videonews, Emanuele Schibotto della società di geopolitica Equilibri, Laura Boldrini (portavoce alto commissariato ONU per i rifugiati), Emanuele Giordana direttore di Terra e molti altri.La didattica del Master, prevede lezioni frontali, workshop, esercitazioni, esami. Alle lezioni in aula saranno abbinati workshop e moduli finalizzati all’acquisizione di abilità operative.

Le inchieste di fine corso potranno essere selezionate per essere pubblicate sul sito di giornalismo investigativo Fai Notizia ed essere retribuite 1.000 euro nette.

Sconti

20% per gli iscritti all’Ordine dei giornalisti regionali che si iscrivono al percorso integrale (tutto il Master). (per i primi 5 iscritti relativi all’Ordine del Veneto è previsto uno sconto del 30%) 20% per gli iscritti all’Ordine dei giornalisti regionali che si iscrivono ai singoli moduli (per i primi 5 iscritti relativi all’Ordine del Veneto è previsto uno sconto del 30%).

Info e iscrizioni: http://www.reportingdiguerra.org

Leave a comment

*