I giovani siriani: "La nostra rivoluzione"

Redazione - 1 maggio 2013

The Garbage Patch State – Lo stato spazzatura

Redazione - 1 maggio 2013

Noi fieramente meticci, voi fieramente ignoranti

Redazione - 1 maggio 2013
empty image
empty image

A Padova, sul muro del liceo Cornaro, è comparsa questa scritta contro il nuovo ministro della repubblica italiana Cècile Kyenge: “L’Italia non è meticcia, Kyenge rimpatriata subito”

Italiana, di origine congolese, Cècile Kyenge, primo ministro nero nella storia repubblicana del nostro paese è – a prescindere – il miglior segno di cambiamento già impresso dal governo Letta alla storia del nostro Paese.

Ora, è inutile commentare il razzismo della scritta come le provocazioni di questi giorni (tipo Zaia), mi soffermerei sull’intriseca ignoranza degli autori della scritta: se c’è un Paese che per definizione è meticcio questo è l’Italia. Siamo stati invasi, andando un po’ random da: barbari di qualsiasi sorta, arabi, normanni, francesi, austriaci, tedeschi, spagnoli, inglesi, americani…Ognuno di loro ha lasciato tracce genetiche a iosa. I movimenti migratori del ventesimo e del ventunesimo secolo hanno fatto il resto. Stando a wikipedia i gruppi etnici in Italia sono almeno 21.

E noi non saremmo un popolo meticcio? Lo siamo e siamo fieri di esserlo: ricchi e diversi. Il neoministro Cecile Kyenge aveva detto questo. Lo riproponiamo.

“Le polemiche sulla mia nomina? Non sono un problema mio, la legge parla chiaro. Dico no a politiche di contrapposizione, cerco un terreno condiviso per una nuova coesione sociale. Più che mai l’Italia deve recuperare valori come solidarietà e accoglienza. L’endorsement di Mario Balotelli fa piacere, in questo momento l’Italia ha bisogno di esempi concreti e positivi per far vedere che ormai è una società meticcia, mista e bisogna prenderne atto”.

Andiamo avanti. Noi fieramente meticci, voi fieramente ignoranti e razzisti.

And

Ps. A proposito di razza leggi la recensione di Point Lenana