Dahab, alternativa intelligente a Sharm

Redazione - 18 dicembre 2013

Tentato colpo di stato in Sud Sudan

Redazione - 18 dicembre 2013

Praga, cosa visitare in due giorni

Redazione - 18 dicembre 2013
empty image
empty image

Castello_di_PragaConsiderata come una delle città più belle e suggestive d’Europa, Praga è un luogo magico e affascinante, dominato da atmosfere uniche e da un retaggio storico e culturale che ancora oggi la contraddistingue rendendola unica.

Il modo migliore per visitare Praga è certamente quello di muoversi a piedi; solo così è possibile addentrarsi in quell’intreccio di strade e di vicoli lastricati che formano il suo centro storico, cogliendo quelli che sono i dettagli e tutti i particolari di un luogo difficile da paragonare ad altri.

Per un viaggio di un solo week-end Praga è una meta perfetta; facile da raggiungere, decisamente economica e capace di soddisfare le aspettative di qualunque tipo di turista. Dal punto di vista organizzativo, trovare un volo economico per la capitale ceca e un hotel a Praga centro altrettanto vantaggioso non è affatto complicato, cosa questa che ci permette di organizzare il viaggio anche “all’ultimo minuto”.

Se partire per il fine-settimana è però fondamentale costruire un itinerario preciso e questo per essere sicuri di non perdere nulla dei luoghi più interessanti che questa città ha da offrirvi!

Praga: itinerario “fondamentale”

Una delle prime cose da sapere su Praga è che il suo “centro” si caratterizza per la compresenza di ben 6 quartieri, ognuno dei quali è una città a parte, completamente autonome tra di loro.Il vostro tour alla scoperta di Praga può quindi avere inizio proprio da qui; il primo consiglio è mettetevi scarpe comode perché ci sarà molto da camminare!

Partendo dalla zona vecchia di Praga, immediatamente vi imbatterete nella bella Piazza della Città Vecchia che nei secoli è stata lo scenario di alcuni dei più importanti eventi che hanno segnato non solo la storia della città ma di tutta una nazione. Proprio qui vi imbatterete in due monumenti che, immediatamente, vi daranno la misura della forte commistione che caratterizza un po’ tutta l’architettura cittadina; stiamo parlando del Municipio e della bella Chiesa di Nostra Signora di Týn.

Piccolo gioiello a metà tra lo stile barocco e quello rinascimentale è invece la Città Piccola, o Mala Strana, la cui storia è stata ricca di colpi di scena; completamente devastato da un incendio nel 16esimo secolo, il quartiere venne interamente ricostruito da maestranze provenienti dall’Italia.

Imboccando una bella strada in salita vi ritroverete dinnanzi a quello che viene universalmente considerato come il simbolo della città; stiamo parlando del Castello di Praga, dal 9° secolo dimora di principi e di re.

Questa è sicuramente una delle zone più belle e interessanti di Praga, quindi non sorprende che per visitarla bene avrete bisogno almeno di un paio di ore di tempo. Da vedere la stupenda Cattedrale di San Vito con il suo evidente stile gotico, ma anche il magnifico Palazzo Reale, adornato da giardini e padiglioni.

Imperdibile è poi Josefov, ovvero il quartiere ebraico di Praga, considerato come uno dei più antichi e importanti d’Europa; il nome si deve all’Imperatore Joseph II che bel 17esimo secolo abolì le leggi discriminatorie nei confronti degli ebrei.

Spostandosi nella Città Nuova, Nove Mesto, ci si rende conto che in realtà non si fa affatto un salto nella modernità, visto che questa zona venne costruita nel 14esimo secolo per volere di Carlo IV. Nato come quartiere di librai e di birrai, nel 20esimo secolo questa zona ha subito una radicale trasformazione diventando il simbolo dell’Art Nouveau.

Tra i luoghi che certamente vi consigliamo di non perdere, c’è anche il mitico Castello Vyšehrad la cui costruzione fu voluta dalla principessa Libuše proprio a strapiombo sulla Moldava.

In ultimo, se desiderate vedere un’opera alquanto eccentrica e particolare, allora vi suggerimento di fare un salto alla Casa Danzante, in origine detta “Fred e Ginger” in onore della celebre coppia Fred Astaire e Ginger Rogers; il palazzo venne costruito sui resti di un palazzo distrutto durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e la sua peculiarità è di avere una forma a dir poco particolare.

Ovviamente quelle elencate sono solo alcune delle tante bellezze di questa città eccezionale; quindi se in due giorni non riuscite a visitare tutto vi consigliamo di tornare a Praga quanto prima!

Leave a comment

*