Apre a Padova La bottega sfusa. Dal blog al negozio, la storia di Laura

Redazione - 23 aprile 2016

Trovare lavoro: al Padova Innovation Day un’area per far incontrare giovani e imprese

Redazione - 23 aprile 2016

Prepararsi all’Erasmus, qualche consiglio per vivere l’esperienza al massimo

Redazione - 23 aprile 2016
bottega sfusa
lavoro
Erasmus, consigli per spedire le proprie cose all’estero

L’Erasmus si sa è un’esperienza che vale la pena vivere perché offre l’opportunità di: trascorrere un lungo periodo di tempo lontani dal proprio ambiente studiando in un contesto diverso, conoscere persone diverse e accrescere così il proprio bagaglio umano e professionale.

Questa occasione crea sempre un misto di paura ed eccitazione, sia in chi è in procinto di partire, sia in chi resta a casa. La preoccupazione per la novità può essere tanta, ma non bisogna lasciarsi sopraffare: piuttosto va affrontata trovando gli strumenti idonei per combatterla. La tecnologia oggi ci viene in aiuto perché permette di restare in contatto con maggiore assiduità rispetto al passato, e questo può essere considerato un bene per superare magari il periodo iniziale del distacco. Se siete tra coloro in procinto di partire, lo smartphone e il PC saranno i vostri migliori alleati.

Collegandosi alle reti WI-FI ampiamente diffuse in caffetterie e ristoranti, trovare HotSpot free nel mondo oppure acquistando una sim card locale, la distanza si accorcerà e avrete sempre modo di sentire chi vi sta a cuore, in ogni momento.

Datevi comunque il tempo per ambientarvi e adattarvi alla nuova realtà: girate a piedi con una guida e una mappa in mano, guardatevi attorno, trovate nuovi punti di riferimento, fotografate quello che vedete e condividetelo sui social network. Anche questo vi aiuterà a entrare più in confidenza con il luogo e a creare una piccola community attorno a voi e alla vostra nuova avventura.

Perché scoprirete abbastanza in fretta che anche altri studenti fuori sede sono nella vostra stessa situazione e, incontrandovi, potrete mettere insieme le energie condividendo momenti nonché passioni. La conoscenza di una o più lingue straniere ne sarà giovata da questo scambio internazionale, così come il vostro modo di vedere il mondo. Inoltre, se si incontrano persone con gli stessi gusti, è possibile coltivare in compagnia interessi, sport, attività, oppure inaugurarne di nuove sull’onda di queste relazioni. Poiché il vostro soggiorno durerà diversi mesi, valutate di portare con voi la bici se siete amanti di questa disciplina, la tavola da surf o il kitesurf se vi recate in località marittime alimentate dal giusto vento, l’abbigliamento da ballo o per praticare attività indoor qualora ne foste estimatori.

La preoccupazione in tal senso riguarda la modalità e i costi di spedizione. In verità è più semplice di quel che sembra e i vostri bagagli comprensivi di vestiti, biancheria da casa e da bagno, attrezzature sportive, possono essere spediti a costi contenuti utilizzando un comodo servizio di ritiro a domicilio e consegna all’indirizzo prestabilito di tutti i vostri beni. Il risparmio vero è dovuto a un sistema di comparazione tra le tariffe dei principali corrieri nazionali e internazionali (TNT, Bartolini, GlS, Artoni, Poste Italiane solo per fare alcuni esempi) che suggerisce la più economica; inoltre Packlink offre la tracciabilità dei pacchi spediti per verificare in tempo reale lo status della spedizione e possono essere inviati con posta raccomandata o posta prioritaria. Infine un’assicurazione copre da eventuali danni.

In questo modo non dovrete rinunciare alle cose a cui tenete e potrete avere con voi quanto vi servirà per sentirvi a vostro agio anche all’estero. A questo proposito: non sottovalutate l’importanza del caffè e spedite una moka per assaporare un aroma casalingo nei molti mesi da expat.

Non disdegnate però la cucina locale frequentando più i posti dove si trovano gli abitanti che i ritrovi studenteschi. Saranno magari sagre locali, bar defilati in qualche strada laterale, o punti di ristoro che ricordano le nostre osterie dove la conduzione casalinga è la spezia che darà il giusto sapore al piatto che degusterete.

Ricordate di portare con voi tutti i documenti, dal passaporto alla tessera sanitaria, al libretto universitario. Per ogni evenienza, fatene una fotocopia autenticata e mettetela in un posto diverso dagli originali; salvatene anche una copia in un sistema cloud perché potrebbe ugualmente tornarvi utile. Oppure potrebbe non servirvi e ve ne dimenticherete finché non sarete tornati a casa.

Per quanto possa sembravi lontano nel tempo, alla fine arriverà il momento di tornare a casa e sarà davvero difficile ripartire, perché il nuovo stile di vita sarà diventato parte integrante di voi e rinunciarvi potrebbe essere doloroso. Pensate però che ci sono sempre nuovi inizi e nuove esperienze che vi aspettano, siano esse di studio, personali o di lavoro. E ogni volta sarà una sfida entusiasmante in cui cimentarsi e da cui imparare qualcosa di nuovo.

Leave a comment

*