Perth, c'è posto per tutti (e dopo vai all'Ellington)

Redazione - 10 settembre 2012

Fadderuke, Norvegia: il paradiso delle matricole

Redazione - 10 settembre 2012

Pronto, parla l'Onu?

Redazione - 10 settembre 2012
empty image
empty image

(Ambientazione: ferie al mare. il ricevente sta caricando l’auto stile fantozzi, tentando di incastrare una valigia nel sedile posteriore. Suona il cellulare. cazzo)

“Pronto”
“Sì, pronto, chiamo da Palermo per l’annuncio…”.
E’ una signora di mezza età. Il ricevente parte come una macchinetta
“Sì, signora, per l’appartamento? Guardi è ancora libero: stiamo attendendo delle risposte ma se vuole vederlo si può fare…”
“Ma no, quale appartamento? – risponde un po’ sconcertata la signora – Io chiamo per l’Onu. Il bando Onu, per mia figlia sa…Io vorrei tanto che vincesse, sa, perché ha bisogno di un lavoro. Ma non ho capito bene se con una laurea quinquennale in studi internazionali può partecipare”.
Il ricevente è un po’ stranito. Poi sì in effetti – fa mente locale – il suo numero di cellulare da qualche parte su questo sito c’è.
“Signora credo proprio di sì, ma sul bando linkato c’è tutto”.
Ora, la signora guadagna improvvisamente punti. “Ma la sto disturbando? Magari lei è pure in ferie, la sento lontano…”.

Ma è uno slancio momentaneo. Di quelli che precedono, anzi un poco reclamano,la successiva caduta…

“Signora, non si preoccupi. Immagino abbia letto l’articolo sul nostro sito: ma noi abbiamo semplicemente riportato la notizia del bando, poi sul sito dell’Onu, Un Careers…– DI CUI TROVA IL LINK NEL TESTO (forzo un poco) – ci sono tutti gli estremi. Dica a sua figlia di leggerli con attenzione. Comunque se ricordo bene, credo possa partecipare…”.

“Ah, un link all’Onu (un po’ sconcertata- temo lo stesso concetto di link sfugga)…ok la ringrazio, perché io qua davanti a me ho solo questo foglio stampato di questo giornale….scusi non so se dico giusto, glielo leggo in italiano: anordestdìche…”

Non l’avevo ancora considerata la variante Anordest-dìche…

La signora ringrazia, gentilissima come dal primo minuto.

Ammetto di non aver avuto la forza di chiedere se sua figlia fosse a conoscenza o meno della telefonata. Spero con tutto il cuore di no, ma temo fortemente il contrario.

Ora, io sono convinto che non bisogna mai vergognarsi di chiedere spiegazioni. Ma come ha già scritto Domenico Lanzillotta rispondendo alla solita richiesta di chiarimenti (con una triennale posso partecipare? come faccio ad iscrivermi?), ragazzi se non siete in grado di trovare da soli (o peggio non avete voglia) le risposte in un bando internazionale (se è scritto male, ma non mi pare, potete scrivere all’ufficio Onu, c’è l’indirizzo), forse è meglio se vi ponete qualche domanda.

Lu.B.

Ps. Se volete partecipare sono gli ultimi giorni…

Leave a comment

*