L'addio al re del country

ma.gal - 13 luglio 2011

Sahara marocchino: ai confini del mondo moderno

ma.gal - 13 luglio 2011

Dalaiama riot art (piano B)

ma.gal - 13 luglio 2011
empty image
empty image
#citizenlisboa

L’Associated press ha pubblicato il reportage “Com’è vivere in Portogallo”. La prima fotografia è uno scatto del murales che ha invaso Lisbona. Pacman cattivo con il cilindro, divora il futuro (a colori) dei portoghesi. Riot Art.

(Euro)Pacman ha invaso Lx. Lo disegna “Dalaiama” tag del writer di 37 anni di Cascais (comune sull’oceano, a mezzora di treno da Lisbona). Perché il murales serve come “memo”. Dipinto sui muri della città. In metro, in tram e in treno: dove la gente non può fare a meno di voltarsi dall’altra parte. Ricorda che fino a qui tutto bene (il problema non è la caduta ma l’atterraggio).

(Euro)Pacman è l’Austerity. Tre miliardi di euro che i portoghesi dovranno pagare in due anni. In base all’accordo tra governo del Portogallo, Unione europea e Fondo monetario internazionale, che ha evitato al paese la bancarotta (con un prestito di 78miliardi di euro).

“La logica dell’austerità, ammazza la logica della solidarietà” ha titolato Le Monde Diplomatique (edizione portoghese, 7 luglio) il giorno dopo che l’agenzia Moody’s aveva tagliato il rating del Portogallo declassandolo a “junk” (spazzatura). “Per il crescente rischio che il governo portoghese chiederà un secondo round di finanziamenti – si legge nella nota dell’agenzia di rating – Per il timore che il Paese non riuscirà a centrare pienamente gli obiettivi di riduzione del deficit e di stabilizzazione del debito”.

#citizenportoguese, gruppo anonimo, ha pubblicato una pagina fake sul sito di Moody’s, con un messaggio provocatorio (poi rimosso): “A Moody’s siamo orgogliosi di annunciare che il Portogallo adesso è classificato come un paese AA+”. (sabato 16 luglio ci sarà una manifestazione organizzata in rete, contro l’agenzia americana). La borsa di Lisbona ha bruciato 2,5milioni per il crollo dei titoli italiani, dovuto alla manovra finanziaria.

É o pânico. Itália faz tremer Europa e Bolsa de Lisboa perde 2,5 mil milhões (articolo di ionline.pt, 12 luglio)

C’è sempre un piano B

[post-it #Blu (writer di Senigallia, Ancona) rischia la censura in Italia, a Lisbona no. #LulzStorm, gruppo haker, ha rubato e messo in rete i dati delle università italiane #Supergiulio dice che se ne va, speculazione, la borsa crolla poi sale. Pacman ci promuove: un euro!]

Ma.Gal

Leave a comment

*