Radiolisboa On Air

ma.gal - 3 luglio 2011

Acampadalisboa, L123 e cariche della polizia

ma.gal - 3 luglio 2011

Rivoluzione a Lx, garofani e gelsomini

ma.gal - 3 luglio 2011
empty image
empty image
Prologo

Fortezza europa, vento di rivolte e crisi di governo

“Tahar vuole restare a fare la rivoluzione” diceva Alex prima che il  compagno d’appartamento tornasse a Lisbona da Tunisi. Alex è un informatico, anche se non sembra, abituato alle sommosse dei narcos in Messico. Hanno 20 anni, fanno surf.

“Tahar vorrebbe trasferirsi a Parigi da un cugino, dove ti guardano e pensano che sai fare solo kebab” dice e sorride Anka, tagliando il pollo fatto sudare dentro un sacchetto nel forno. Eloud ha imparato l’italiano guardando la Tv, viene da un paesino della Transilvania e promette sempre di cucinare Lego, il cincillà dell’amica della stanza accanto.

La cena di primavera accanto al parlamento, in Rua do Poço Dos Negros. La sera prima che cadesse il governo portoghese.

A casa di Anka e Eloud. Architetti, 25 anni, laureati a Mendrisio in Svizzera, arrivati assieme a Lisbona da Bucarest con una Citroen C1 gialla. Lavorano con un contratto da stagisti (per 500 euro), in uno studio che si affaccia sul fiume Tejo, assieme a un architetto che si diverte ancora a fare il Dj.

Tahar, un mese più tardi, è tornato in Tunisia. La rivolta, con appoggio di parte dell’esercito, aveva fatto volare oltre confine il presidente. Dopo 23 anni dittatura. Vecchia quanto lo studente di informatica di ritorno dal Portogallo.

Altri come Tahar invece muoiono affogati. Lasciati colare a picco con i barconi che affondano a poche miglia dalle coste. Chi si salva finisce dietro una rete metallica. In Italia. Clandestini per legge.

Neanche loro vogliono restare (nemmeno noi).

L’Europa negli occhi

Keep bangin’ on the wall

Armoured cars and immigration officers…

Keep bangin’ on the wall

Of Fortress Europe

2022 -A new European order

Robot guards patrolling the border

Cybernetic dogs are getting closer and closer

[“La rivoluzione dei gelsomini” (Bompiani), instant book di Tahar Ben Jelloun, scrittore marocchino, racconta le rivoluzioni che infiammano il nord africa e il Medio Oriente. La rivoluzione dei garofani, nel 1974, cadeva la dittatura portoghese nella piazza del Carmo con il capitano Maia].

Le ragazze camminano con un garofano rosso, il 25 aprile a Lx. Un gelsomino bianco, cresce sotto la finestra della “redazione” di radiolisboa.

Leave a comment

*