L'Armenia in mostra a Venezia

Redazione Padova - 28 settembre 2013

Cara Fabbrica/ Gianna e quel qualcosa di rosso

Redazione Padova - 28 settembre 2013

Scrittura e carnet di viaggio, fotogiornalismo: i workshop di Detour Festival

Redazione Padova - 28 settembre 2013
empty image
empty image

Dopo il successo della prima edizione torna Detour. Festival del cinema di viaggio in programma a Padova dal 15 al 20 ottobre prossimi ha tra le sue novità tre workshop realizzati in collaborazione con Scuola del Viaggio e ParalleloZero: Carnet di Viaggio condotto dal pittore Stefano Favarelli; Scrittura di viaggio dal giornalista Guido Bosticco; Fotogiornalismo dal reporter Alessandro Gandolfi, tre straordinarie occasioni per apprendere trucchi del mestiere dai maestri del settore.
I workshop si svolgeranno nello Spazio Detour (via Santa Maria Assunta 35/a) e allo SuperFlash Store (via VIII febbraio, 24) di Padova. Saranno a numero chiuso, con un minimo di 10 partecipanti e un massimo di 25.
Il costo di partecipazione per ogni singolo workshop è di 40 €.
Per prenotazioni e informazioni: www.detourfilmfestival.cominfo@detourfilmfestival.com

CARNET DI VIAGGIO

detoursabato 19 ottobre – durata 4h

9.30 – 13.30
Spazio Detour

Il grande poeta ed entomologo J.H. Fabre scriveva che un viaggio nel proprio giardino può essere altrettanto emozionante di un viaggio nella giungla indiana, l’incontro con una mantide religiosa, intenso come quello con una tigre. Armati di taccuino, pennini e acquerelli, gli allievi racconteranno col disegno e la scrittura (i sensibili strumenti del carnet) l’avventura di stupore e meraviglia, accompagnati da un maestro indiscusso del genere. Il laboratorio è per debuttanti desiderosi di cimentarsi in una tecnica relativamente accessibile, o per consumati frequentatori del genere, desiderosi di confrontarsi con un maestro, ricevere consigli, e scambiare emozioni e idee con gli altri partecipanti.

Stefano Faravelli (1959) è pittore, filosofo e orientalista. Ispirato da atlanti, enciclopedie, manuali di zoologia e botanica e da lunghi viaggi in Africa, nel vicino, medio ed estremo Oriente, ha risvegliato in Italia l’interesse per il carnet de voyage di cui è il più noto autore italiano. Nei suoi taccuini, frutto di immediatezza e riflessione, si compendiano – espressi con gli strumenti semplici e sensibili dell’acquerello e della calligrafia – il talento, lo studio e la passione. Ha ricevuto un premio speciale alla Biennale du Carnet de Voyage di Clermont-Ferrand ed ha esposto i suoi lavori in varie città italiane ed estere (Londra, Parigi, New York, Gerusalemme, Istanbul…). Nel 2011 è stato invitato ad esporre alla Biennale di Venezia . È autore di varie pubblicazioni che hanno riscosso un crescente successo di critica e di pubblico: 5 carnets di viaggio su Mali, Cina, India ed Egitto (EDT), Giappone (De Agostini) e 5 taccuini di città su Tokyo, Jennè, Cairo, Istanbul e Delhi (Confluencias editorial)

SCRITTURA DI VIAGGIO

sabato 19 ottobre – durata 4h

14.30 – 18.30
SuperFlash Store di Padova
Un corso intensivo per imparare a narrare il proprio viaggio, dal racconto al reportage. Ogni viaggio comincia nell’immaginazione, si svolge nella realtà, continua nella memoria ed è inscindibile dal suo racconto. La scrittura di viaggio è uno degli strumenti più efficaci per capire e raccontare i luoghi visitati, perché, come scrive Proust, “il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”.

Guido Bosticco (1972) tiene corsi di scrittura creativa e sulle professioni dell’editoria all’Università di Pavia. Ha pubblicato “Riempire i vuoti. Un manuale (soggettivo) di scrittura e comunicazione” (2007); “La tromba a cilindri. La musica, io e Pasolini” (2008) e “PPP. Il mondo non mi vuole più e non lo sa” (2012). Giornalista professionista, è socio fondatore di Epoché, un’agenzia che si occupa di comunicazione istituzionale e politica e progettazione culturale. Viaggia, scrive e suona come e quando può.

FOTOGIORNALISMO

domenica 20 ottobre – durata 4h

14.30 – 18.30
Spazio Detour
C’è sempre un altro punto di vista. Una notizia non raccontata, un modo diverso di narrare una storia. In questo breve workshop Alessandro Gandolfi racconterà come trovare uno spunto fotogiornalistico, come pianificare un servizio editoriale e come raccontare una storia attraverso le immagini.
Alessandro Gandolfi nasce a Parma nel 1970, si dedica al reportage fotografico dal 2001. I suoi lavori sono apparsi su varie testate, italiane e internazionali (National Geographic Italia, L’Espresso, La Repubblica delle Donne, Die Zeit, Mare, The Sunday Times Magazine, Le Monde, VSD) e le sue immagini sono state esposte alle ultime tre mostre organizzate a Roma dalla National Geographic (2009, 2010, 2011). Alessandro è laureato in filosofia, ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Urbino (IFG) e prima di dedicarsi al fotogiornalismo ha lavorato come cronista per La Repubblica, nelle redazioni di Milano e Roma. Ha vinto due Best Edit Award della National Geographic (nel 2010 e nel 2011) per due servizi apparsi sull’edizione italiana della rivista americana. www.alessandrogandolfi.com

Per maggiori informazioni
Detour. Festival del Cinema di Viaggio
tel +39 049 8808331/ cell +39 392 0777040
info@detourfilmfestival.com www.detourfilmfestival.com

Leave a comment

*