SELfservice, ritratto di famiglia dello scandalo energia in Alto Adige

Giulio Todescan - 3 maggio 2015

A Monaco l’arte e i musei sono cool (in Italien nicht)

Giulio Todescan - 3 maggio 2015

Sinergie Lagarine “occupa” il Castello di Beseno. Musica, arte e cibo il 5-6 giugno

Giulio Todescan - 3 maggio 2015
cover
IMG_0501
sinergie lagarine

Ventotto associazioni giovanili, culturali e musicali si prendono il Castello di Beseno per due giorni. Sinergie Lagarine, venerdì 5 e sabato 6 giugno, tiene fede al suo slogan: il Castello di Beseno non si visita, si vive! La manifestazione è completamente auto-organizzata da gruppi giovanili dell’area della Vallagarina, senza fondi pubblici, solo con la forza del volontariato e della passione. Il maniero, il più vasto e imponente delle Alpi orientali, torna così a far da contesto a una manifestazione culturale di rilievo a pochi giorni dalla chiusura del festival Portobeseno, che dal 22 al 24 maggio ha ospitato installazioni e conferenze sul paesaggio sonoro, con artisti e conferenze da tutto il mondo (http://www.anordestdiche.com/un-castello-di-suoni-dal-mondo-a-castel-beseno-a-maggio-77-concerti-installazioni-e-conferenze/).

Fare rete e unire le forze, questo il punto forte di Sinergie Lagarine. Prato dei tornei, bastione centrale, bastione Nord e bastione Sud: sono i quattro ambienti in cui si articolano i concerti, i giochi e gli spazi per il relax. Venerdì 5 giugno con “aspettando Sinergie 2015” si alterneranno concerti di gruppi musicali nel frato dei tornei, dalle 18.00 fino alle 23.00. La giornata clou è il sabato con l’inizio delle attività alle 10 del mattino, e chiusura ancora alle 23.00.

Impossibile riassumere tutto il programma. Basti accennare ai quattro sound system a rotazione nel campo dei tornei: MurJah Warriors Sound Art System, da Trento, i vicentini Wavedub, Heavy Rootation Sound System da Venezia e i trentini RadioFontani Sound System. Tutto attorno, laboratori per bambini, giocolerie e, alle 12, maccheronata gratis per tutti. O ai suoni metallici del bastione Nord, dedicato al punk rock, al garage e all’heavy: amplificatori accesi dal pomeriggio, e gran finale la sera con il rockabilly dei Roby Rebel & the Skeleton, il jazz psichedelico degli Electric Circus, il blues rock di The Usual Suspetc e il mathpunk delle mosche di Miyagi.

L’altro lato della notte al bastione sud, luogo deputato ad elettronica e hip hop. Nella line up Loran (d’n’b da Bologna), Kenny Whiterussian (Trap/HipHop da Trento), Mattia Floriani (Techno da Trento), e una carrellata di deep house offerta dai dj dell’etichetta Endless Music: Rockaforte, Titan Road, Gabriel Pivaro Monofono da Bolzano e Verona. Molti altri si alterneranno ai piatti, un programma da scoprire sulla pagina Facebook della rete (https://www.facebook.com/events/1646799598876654/).

Convivialità più riflessiva quella proposta dall’associazione culturale roveretana La Grottesca. Con Ecce Equus racconteranno di asini e cavalli fra favole e miti, alternando riflessioni, letture di brani e accompagnamenti musicali. Di tutt’altro impatto il concerto pomeridiano del sabato, al bastione centrale: è Trust In Noise, progetto solista del chitarrista e compositore trentino Ardan Dal Rì: una chitarra, un amplificatore e una selva di pedali, navigando fra jazz e elettronica.

L’ingresso al Castel Beseno per i due giorni costa 3 euro. Queste le associazioni che daranno vita all’edizione 2015 di Sinergie lagarine: VUTRA, VillaInVita, Valle del Rosspach, Urban Karma, Social Catena, Rock & Altro, Radio Fontani, Radio Banda Larga, Step by Step, Social Catena, Smart, Portobeseno, Pensiero Giovane, PLF Pomarolo, Offset, Noizy, Nexus Culture, Musical bus, Libero Pensiero, La Grottesca, La Freska, GSP Lizzana, Gruppo Giovani Villa Lagarina, Gruppo Giovani Besenello, Comunità Gruppo 78, CG Aldeno, Calmapiatta, A Tratti.

Giulio Todescan

Leave a comment

*