Giovani italiani: geni a Nord, somari a Sud. I dati dell'Ocse

Redazione - 5 dicembre 2013

Sport e innovazione, appuntamento a Rovereto

Redazione - 5 dicembre 2013

Soultrotters, un viaggio lungo un anno

Redazione - 5 dicembre 2013
empty image
empty image

Svegliarsi ogni giorno del 2014 e cercare la giusta ispirazione per un anno all’insegna dell’ottimismo. Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2014 arriva Soultrotters, un calendario digitale fatto di parole, immagini e suoni. Ogni giorno un personaggio, ogni giorno uno spunto per costruire la rinascita.

Neologismo che deriva da globetrotters, soultrotters significa “viaggiatori dell’anima”, dove con “anima” s’intende la consapevolezza dell’essere e dove il “viaggio” è quello della vita. Da Giovanni Falcone a Michael Jordan, da Martin Luther King a Lady Gaga, da Leonardo da Vinci a Marina Abramović, passando per Tiziano Terzani e Stephen Hawking, i soultrotters non sono stati scelti in quanto simboli di perfezione e non sono rigidi modelli da imitare. Sono piuttosto persone che, nella loro umanità, hanno ricercato l’essenza e il senso dell’esistenza ed espresso la propria unicità. Proprio per questo le loro storie possono essere d’ispirazione per tutti.
SOULTROTTERS around the world from Soultrotters on Vimeo.

Oltre un centinaio i soulmakers coinvolti (scrittori, fotografi e attori provenienti da tutta Italia), 365 i personaggi narrati, 1 anno di storie e fotografie. Un’opera corale in cui
arte, tecnologia e sensibilità sociale si fondono.

“Come individui e come società, stiamo attraversando un momento in cui il cambiamento è necessario. Dipende da noi trasformare la crisi in un’opportunità. Soultrotters vuole stimolare la ricerca di nuove visioni e nuove prospettive per contribuire nel suo piccolo a questo processo d’evoluzione”, spiega Patti Spinetta, ideatrice e coordinatrice del progetto. “L’arte e la creatività sono le materie prime di cui l’Italia è ricca e, solo se ci crediamo e agiamo di conseguenza, potremo costruire un futuro per il nostro Paese, a tutti i livelli.”

Leave a comment

*