Alluvione nei Balcani, ecco come dare una mano

Redazione Padova - 23 maggio 2014

Viaggio nell'altra Palermo

Redazione Padova - 23 maggio 2014

Weekend con le dimore storiche aperte e gratis

Redazione Padova - 23 maggio 2014
empty image
empty image

castello magionePalazzi, castelli, cortili, case, dimore storiche – solitamente chiuse – visitabili gratuitamente nel weekend, sabato e domenica. Insieme ad una serie di eventi collaterali per rendere tali luoghi d’arte ancora “più vivi”.

Sabato 24 e domenica 25 maggio 2014 si terrà la quarta edizione delle “Giornate  Nazionali ADSI”, l’iniziativa annuale promossa dall’Associazione delle Dimore Storiche Italiane,che ha come obiettivo diffondere fra il grande pubblico una più ampia conoscenza della Dimore Storiche e una maggiore  consapevolezza della rilevanza degli edifici privati di importanza storico-artistica all’interno del panorama  dei beni culturali italiani.  Dopo il successo delle tre edizioni precedenti, quest’anno, con l’apertura di più di 200 dimore, sarà offerta al pubblico la possibilità di visitare gratuitamente cortili, palazzi, ville e giardini di antiche dimore usualmente non aperte al pubblico, assistendo spesso ad eventi culturali correlati quali mostre e concerti, grazie alla  disponibilità dei proprietari e all’impegno dei responsabili delle sedi regionali dell’Associazione.  In particolare quest’anno è previsto in diverse località il coinvolgimento nell’iniziativa di numerosi maestri  artigiani: marmisti, restauratori, corniciai, vetrai, ceramisti, bronzisti, argentieri, orologiai, mosaicisti, pittori.  Ospiti dei cortili delle dimore storiche, esporranno al pubblico le loro realizzazioni e daranno dimostrazioni delle loro attività. Le Giornate Nazionali saranno così anche un’occasione per celebrare il ruolo fondamentale di maestri artigiani, che custodi di conoscenze e competenze tecniche tanto preziose quanto ormai rare, hanno tuttavia un ruolo indispensabile per la conservazione delle dimore storiche stesse. Allo stesso modo  l’impegno costante per la manutenzione e il restauro delle dimore da parte dei proprietari, contribuisce a far sì  che le arti di antica origine alla base di questi mestieri non vadano perdute.  Negli anni l’iniziativa è riuscita nell’intento di creare una maggiore familiarità dei cittadini con le bellezze  storico-artistiche anche poco note della propria città e territorio, offrendo, anche a turisti provenienti da  altre regioni o Paesi, l’occasione di visitare luoghi di grande interesse. Tutto ciò è possibile grazie all’impegno  dei proprietari, responsabili della tutela e della gestione di beni storico-artistici la cui conservazione, a beneficio delle future generazioni, coinvolge tutta la collettività.


Ecco il link al sito dell’Asdi dove è possibile trovare l’elenco completo, diviso per Regione, degli eventi e dei posti.

 

 

Leave a comment

*