Rimborso aereo, questo (ancora) sconosciuto

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Magari il dato è una stima, forse in eccesso. Quantomeno c’è da sperarlo: secondo il report di ItaliaRimborso, in Italia almeno 150mila viaggiatori non hanno chiesto, lo scorso anno, il rimborso che spettava loro per il disservizio aereo (cancellazione o ritardo del volo). In totale, 37 milioni di euro non richiesti e, quindi, non restituiti. «Il problema rilevato è legato alla conoscenza degli strumenti normativi e, dunque, è di natura comunicativa», dice il report. E cerchiamo quindi di rimediare. ItaliaRimborso è uno dei (tanti) portali che offre la possibilità di richiedere online, con pochi clic, il rimborso. Chi scrive è un esempio: in passato, di fronte ad un viaggio annullato, ha scoperto e contattato un sito del genere, ottenendo nel giro di meno di due mesi un congruo risarcimento.

Rimborso aereo, le compagnie aeree con più disservizi

La claim company italiana nel campo dei rimborsi e risarcimenti per disservizi aerei, ha deciso di mettere insieme tutti i dati raccolti nel proprio database nel 2019, in cui ha ricevuto oltre 10.000 segnalazioni di passeggeri tra telefonate, sms Whatsapp, e-mail e conversioni dal web. Grazie ai dati raccolti, è stato realizzato un report sui maggiori disservizi che si sono verificati lo scorso anno e di cui ItaliaRimborso ha avuto notizia direttamente dai passeggeri. Si tratta di: volo cancellatoritardo aereo, negato imbarco per overbooking e problemi coi bagagli (consegnati in ritardo, danneggiati e smarriti). Inoltre, sono stati ottenuti anche interessanti risultati sulle compagnie aeree con cui tali disagi sono avvenuti e sugli aeroporti che hanno fatto da scenario agli stessi.

 

Per riuscirci, sono stati presi in esame i disservizi legati ai vettori operanti in Italia: i dati sono stati incrociati con quelli relativi al numero di passeggeri trasportati in un anno. Per quanto riguarda l’analisi quantitativa, emerge che le compagnie aeree sono state protagoniste per il 56,4% di ritardi aerei, per il 34,6% di cancellazioni e per il 9% di altri disservizi. Il maggior numero di disservizi segnalati dai passeggeri ad ItaliaRimborso, ben 241 (88,8% ritardi, 7,5% voli cancellati, 3,7% altri), hanno avuto come protagonista Ryanair, che è leader del trasporto aereo in Italia. Al secondo posto la compagnia britannica easyJet (terza per numero passeggeri) con 123 disservizi di cui 61,7% di ritardi aerei, 36,5% di cancellazioni, 1,8% altri. Terzo posto per Air Italy, oggi in fase di liquidazione, (115 disservizi) che, però, è tredicesima per traffico passeggeri: il 68,7% sono stati ritardi, il 29,5% voli cancellati (1,8% altri).

 

Ti potrebbe interessare