Stefano Battain

A pranzo coi dinka nel Sud Sudan