A Vienna il più grande bordello d'Europa

Redazione Padova - 13 novembre 2012

Il cinema rumeno in mostra a Roma

Redazione Padova - 13 novembre 2012

A Vienna è già carnevale

Redazione Padova - 13 novembre 2012
empty image
empty image

Come tradizione nei paesi nordici*, l’11 Novembre (11/11), puntualmente alle 11:11, si è dato inizio al Carnevale e quindi anche alla prestigiosa stagione dei balli a Vienna. Le prove della Quadriglia sono iniziate con largo anticipo, in modo da non farsi trovare alla sprovvista allo scoccare dell’ora X ed anche per digerire l’altrettanto famosa oca di San Martino (Martinigans’l**). Alcuni istruttori si alternavano al microfono, mentre la banda dell’esercito (Musikkapelle des Bundesheeres) di ben cinquanta elementi accompagnava due coppie che mostravano i passi su un palco allestito al Graben, uno splendido viale pedonale nel cuore della città, alle spalle della Colonna della Peste (Pestsäule). L’evento è stato organizzato, come ogni anno, dalle scuole di ballo*** della città, che così pubblicizzano anche i propri corsi.

Giunto al fatidico momento, la piazza intera (sì e no un migliaio di persone) ha iniziato il conto alla rovescia per poi festeggiare con Quadriglia del Pipistrello (Fledermaus-Quadrille, dall’omonima operetta di J. Strauss figlio), un Galopp ed infine il Valzer dell’Imperatore (Kaiser-Walzer di J.Strauss figlio). Al termine dei balli, nella maggior parte dei casi piuttosto improvvisati ma estremamente divertenti, si è seguita la banda lungo il Graben ed il Kohlmarkt fino a Michaelerplatz, di fronte all’Hofburg, tutti camminando a tempo con la celeberrima Radetzky Marsch (di J. Strauss padre).

Nonostante quanto riportato dai giornali****, non ho visto l’attesa distribuzione di Krapfen ripieni di marmellata di albicocche, il tradizionale dolce di Carnevale austriaco. Temevo fosse un segno della crisi, che forse inizia a farsi sentire anche in Austria, ma probabilmente non mi sono accorta della distribuzione in atto a causa del gran numero di persone. Mi sono consolata con il primo Punsch della stagione, accompagnato da un Lebkuchen, già assaporando l’imminente Natale ed i profumi ed i sapori dei mercatini della città.

Fonti e curiosità:
perché l’11 Novembre?
** sull’oca di San Martino
*** l’evento nel sito delle scuole di ballo di Vienna
**** la notizia su alcuni giornali austriaci 1 e 2

Lidia Pittarello

Leave a comment

*