L’arte “politica” nella Tunisia in transizione: documentario e crowdfunding

Redazione Padova - 30 marzo 2016

#Parliamone, così Noemi combatte le bufale sull’immigrazione

Redazione Padova - 30 marzo 2016

Felice Maniero: un amore così grande (quello dei Veneti per lui)

Redazione Padova - 30 marzo 2016
Tunisia
12910604_10208977956995173_1739873878_n
felice maniero

Felice Maniero? Un idolo. Il boss della «Mala del Brenta»? Un esempio. O «si stava meglio quando c’era lui». Cerchiamo di prenderla alla larga: il fascino per i criminali non è poi cosa così strana. Basti pensare a Stefano Pelloni, bandito romagnolo di metà Ottocento, detto «il Passatore», trasformato dal Pascoli in «Passator cortese». La sua banda, in realtà, fece migliaia di rapine e qualcos’altro: stupri, ad esempio. Ma per la storia è quasi un mito. C’è da dire che sono passati oltre 150 anni, che il ricordo sbiadisce, che in fondo una sua lontana parente, Raffaella Pelloni al secolo Raffaella Carrà ha riabilitato la famiglia.

Ma l’amore che c’è per Felice Maniero è francamente inspiegabile. Anzi, spiegabilissimo: c’è un lato oscuro dentro ognuno di noi, e a volte esce. Così basta un video postato sulla pagina facebook del Mattino di Padova che racconta le “gesta” del nostro e partono i commenti. La scelta è puramente casuale. Alcuni esempi: «Ce ne sono di peggio di lui….. scusate ma x me Felicetto resta un mito e nn condivido il video». (83 like)

screen shot maniero

Oppure: «il supereroe veneto un genio del male quando cera lui si stava piu’ tranquilli meno imigrati in veneto e meno cazzate si potrebbe dire il successore di zio benito».Qualcuno ribadisce «Quando C era lui,il Veneto era libero e senza invasione!!!!ha fatto molto per la gente del suo paese,ma forse viene ricordato,come sempre,solo per quello che ha fatto di negativo!!per me resta un grande!!!». E c’è chi aggiunge. « Mitico Felice,se ci fossi ancora tu a capo di tutto!non ci sarebbe tutta questa merda». Ci fermiamo: stendiamo il velo pietoso delle grandi occasioni. Ricordando che comunque, sebbene neanche troppo nettamente, i commenti negativi sono in maggioranza. Ma non si contano i casi di amanti del boss, dei suoi metodi. Stiamo parlando di rapine, di assalti, di regolamenti di conti, di morti. Così è, se ci pare. Anche questo, purtroppo, è il Veneto. 

 

2 comments

  1. Solo gli ignoranti possono pronunciare simili supidaggini.
    Maniero era un assassino, uno stupratore, un Robin Hood al contrario, che rubava a tutti per donare a se stesso. Ogni volta che da qualche parte, qui in Veneto, sento uscire dalla bocca di qualcuno la solita frase fatta ” quando c’era lui si stava meglio” non posso fare a meno di provare una grandissima commiserazione per chi se la fa scappare.
    Sojo

  2. Solo gli ignoranti possono pronunciare simili supidaggini.
    Maniero era un assassino, uno stupratore, un Robin Hood al contrario, che rubava a tutti per donare a se stesso. Ogni volta che da qualche parte, qui in Veneto, sento uscire dalla bocca di qualcuno la solita frase fatta ” quando c’era lui si stava meglio” non posso fare a meno di provare una grandissima commiserazione per chi se la fa scappare.
    Sono pienamente d’accordo con chi ha scritto l’articolo!

Leave a comment

*