Isaac, la tempesta che non c'è

Silvia Fabbi - 31 agosto 2012

Fuckparade a Berlino

Silvia Fabbi - 31 agosto 2012

L'autonomia spiegata agli italiani

Silvia Fabbi - 31 agosto 2012
empty image
empty image

Nell’Italia in piena crisi economica cresce il fronte che guarda con invidia e diffidenza alle autonomie speciali e ai relativi privilegi economici. L’ha capito da tempo il presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder, che ha deciso di far stampare un opuscolo informativo che sarà diffuso in tutti gli esercizi pubblici delle principali località dell’Alto Adige. Vi saranno contenute informazioni sulla storia dell’Autonomia, sul modello di finanziamento, sulle competenze della Provincia e sulla convivenza dei tre gruppi linguistici.  

Turisti in centro a Bolzano per il mercatino di Natale

«Ci costa meno che l’inserzione su un quotidiano nazionale» ha spiegato il Landeshauptmann Luis Durnwalder. A breve è prevista la pubblicazione del bando per la stampa di 500mila copie in italiano, tedesco e inglese.   La brochure, ideata dal Servizio comunicazione della Provincia con la collaborazione grafica della Gruppe Gut, è rivolta soprattutto a chi vuole capire meglio le particolarità del territorio altoatesino.  Il target della pubblicazione sono i milioni di turisti (almeno 5,5 di arrivi l’anno secondo l’Astat, l’Azienda locale di statistica) che visitano montagne, città e vallate della Provincia. «Troppo spesso la storia della nostra terra è nota in maniera molto superficiale  e, soprattutto fra i turisti italiani, prevale un sentimento di invidia per il denaro che viene amministrato a livello locale» dice Durnwalder, in più occasioni personalmente avvicinato dai visitatori che gli hanno chiesto esplicitamente conto dei “privilegi” dell’autonomia speciale. «Pochi, in realtà, sanno che con quei soldi gestiamo tutta una serie di competenze che altre regioni italiane non hanno e — sottolinea  Durnwalder — in pochi sono a conoscenza della tormentata storia che ha vissuto la popolazione sudtirolese nella prima metà del ‘900.  Con questa brochure, che sarà stampata in italiano, tedesco e inglese  in circa 500mila copie, contiamo di raggiungere dei buoni risultati». La spesa prevista si aggira attorno ai 100mila euro, mentre la distribuzione verrà affidata ad alberghi, ristoranti e strutture ricettive, oltre che alle strutture pubbliche provinciali.

 

I funerali del “padre” dell’Autonomia Silvius Magnago a Bolzano nel maggio 2010

 

La brochure conterrà le informazioni di base sugli argomenti-chiave dell’Autonomia: la storia pre- e post-annessione dell’Alto Adige all’Italia, gli accordi stipulati a livello nazionale ed internazionale per la tutela delle minoranze, l’amministrazione delle competenze, il sistema ideato per garantire la rappresentatività di tutti i gruppi linguistici, il modello di finanziamento dell’Autonomia e altro ancora.

Silvia Fabbi

Leave a comment

*