Queer e degender, oggi festival a Vicenza

Redazione Padova - 15 marzo 2013

Il partigiano di Piazza Martiri

Redazione Padova - 15 marzo 2013

Lussemburgo: c'è il Festival delle Migrazioni

Redazione Padova - 15 marzo 2013
empty image
empty image

E’ ai nastri di partenza il Festival des migrations, des cultures et de la Citoyenneté. Incontro e condivisione. Laicità e spiritualità. Diritti e rivendicazioni sociali. Tanto associativismo e tanta cultura. Queste le caratteristiche principali della 30a edizione del Festival delle Migrazioni, della Cultura e della cittadinanza che si svolge questo fine settimana (15-16-17 marzo 2013) nel Granducato di Lussemburgo.

Unico in Europa, il festival, organizzato dalla piattaforma associativa CLAE (Comité de Liaison des Associations d’Etrangers) da 30 anni a questa parte riunisce la parte più  alternativa di un Paese spesso è raccontato in modo troppo stereotipato dalla cronache giornalistiche.  L’altra faccia del Lussemburgo – cuore d’Europa in cui vivono 163 nazionalità diverse – è solidarietà, convivialità, cultura. All’interno del Festival, infatti, da 12 anni si svolge il Salon du livre et des cultures du Luxembourg, dove intervengono autori da tutto il mondo ed editori, piccoli e grandi, trovano uno spazio per farsi conoscere. Inoltre, da quest’anno, si inagura il 1°Salon des cultures et des arts contemporains, perchè l’arte in tutte le sue forme è luogo di trasmissione di valori e  contenitore di idee.

L’Unione europea ha consacrato quest’anno ai cittadini. La nozione di cittadinanza è il cuore dei discorsi e delle rivendicazioni del CLAE già da numerosi anni. Una cittadinanza non  più  basata sul passaporto e sulla nazionalità ma su criteri di residenza. In una società in cui tutti i residenti partecipano alla vita sociale, culturale, economica del Paese, è normale che le stesse persone residenti vogliano avere la stessa partecipazione política di chi possiede il passaporto lussemburghese e che dunque, vogliano definire il proprio futuro attraverso la scelta –  a tutti i livelli elettorali –  dei propri rappresentanti politici.

“La partecipazione al processo decisionale, la democrazia partecipativa non è importante solo per l’inclusione di tutti nella società – sostiene il CLAE  –  ma anche per la giustizia sociale”.

In attesa della prossima discussione alla Camera dei Deputati  sulla  possibile modifica del diritto costituzionale per aprire le elezioni parlamentari anche agli stranieri ci godiamo il Festival.

————————————————————————————————————————————————

Quando: venerdi 15.03 dalle 19 alle 00 :00; sabato 16.03 dalle 10 – notte bianca. Domenica 17.03 dalle 10 alle 18.

Dove : LuxExpo Luxembourg-Kirchberg

Entrata gratuita. I doni sono ben accetti.

Parcheggio Foire: 3 eur/giorno

Paola Cairo

Leave a comment

*