A Verona il museo che mette insieme scienza e divertimento

Giulio Todescan - 4 Settembre 2019

Working Title Film Festival 4, ecco i 20 film in concorso

Giulio Todescan - 4 Settembre 2019

Viaggiare zero waste: la guida nel libro “Plastica addio”

Giulio Todescan - 4 Settembre 2019
Nimble Fingers al Working Title Film Festival 4

Finalmente un libro che spiega in modo pratico come evitare di abusare della plastica usa e getta che inquina mari e terra. E che sta diventando un’emergenza ambientale vera, tanto che l’Unione Europea ha deciso di mettere al bando la plastica monouso a partire dal 2021. Cara plastica, è stato bello. Ma ora è meglio per tutti se non ci vediamo più.

Il libro si intitola “Plastica addio. Fare a meno della plastica: istruzioni per un mondo e una vita ‘zero waste’”, è scritto dalla documentarista bolzanina Elisa Nicoli e dalla giornalista e antropologa vicentina Chiara Spadaro, conta 208 pagine, costa 14,50 euro ed è edito da Altreconomia.

Allo stesso tempo un’inchiesta che ripercorre la storia di questo fortunato materiale e i numeri della sua diffusione apparentemente inarrestabile nel pianeta, ma anche una guida pratica che fornisce una miniera di consigli per ridurlo o eliminarlo dalla nostra vita. Anche quando si è in viaggio. Pubblichiamo di seguito qualche consiglio preso dal capitolo 15, dal titolo “Viaggi sostenibili”, dove le autrici portano una serie di esempi su come si può limitare l’abuso della plastica in albergo, in campeggio e in giro.

Il libro viene presentato in queste settimane un po’ in tutta Italia. Ecco le date previste per il mese settembre 2019:

Sabato 7 settembre alle ore 18 le autrici presenteranno il libro a Impressioni Festival di Motta di Livenza (Treviso), al parco Spinade, in viale al Donatore.

Venerdì 13 settembre alle 18.30 sarà la volta del centro sociale Bocciodromo di Vicenza (via Rossi 198) per un aperitivo “zero waste” e il dialogo con Chiara Spadaro e Fridays For Future Vicenza.

Giovedì 19 settembre alle 20.30 è la volta di Marano Vicentino (Vicenza) dove nel contesto della rassegna “La disciplina della terra” si terrà un laboratorio di spreco zero e un dialogo con l’autrice Elisa Nicoli, alla stazione delle arti e della musica, in via Stazione.

Sabato 21 settembre alle 17.30 a Rimini al negozio dello sfuso “Spreco Zero”
si tiene un laboratorio “zero waste” con la presentazione di “Plastica addio” con Elisa Nicoli (via Flaminia 112, Rimini).

Ancora sabato 21 settembre alle 11 alla People Fest “I libri degli altri” di Arona (Novara) allo Spazio Moderno (via Martiri della Libertà 36) incontro con l’autrice Chiara Spadaro.

Lunedì 23 settembre alle 18.30 a Torino allo spazio Rinascimenti Sociali (via Maria Vittoria 38) nell’ambito del programma “Design Your Impact” di SocialFare Chiara Spadaro e SocialFare discutono del libro.

Infine mercoledì 25 settembre alle 20.30, a Bolzano Vicentino (Vicenza) si terrà l’incontro “Rifiuti zero: come ridurre
l’uso della plastica” con Chiara Spadaro e Diletta Galvanin, consulente ambientale, presso l’aula magna dell’Istituto comprensivo Zanella.

Viaggi sostenibili

Tra i consigli per chi viaggia, una delle “trappole” da evitare è quella dei campioncini di bagnoschiuma e shampoo che si trovano negli hotel e nei bed & breakfast: «Sapete però che i contenitori di quelle dimensioni finiscono direttamente nell’inceneritore una volta che li buttate nella raccolta della plastica? Invece di accumularli all’infinito potreste finire di usarli e poi ricaricarli con i prodotti usate quotidianamente, nella quantità necessaria al vostro viaggio».

Per quanto riguarda il campeggio, la migliore alternativa alla plastica è l’acciaio inox, che garantisce la necessaria infrangibilità. Per idratarsi quando si è in movimento, invece, il consiglio di base è quello di evitare di comprare bottigliette e bicchieri di plastica e di comprare prima bevande in contenitori di vetro, utilizzando bicchieri dello stesso materiale oppure in silicone. Fontane e fontanelle pubbliche sono il primo alleato per riempire la propria borraccia, e nei locali e ristoranti sempre più spesso l’acqua viene venduta in bottiglie di vetro i in brocche.

Photo by Martijn Baudoin on Unsplash